TV e Spettacolo

Lucilla Agosti a Verissimo, vittima di molestie a 12 anni: il duro racconto della conduttrice

A Verissimo va in scena il delicato racconto di Lucilla Agosti, che ha rivelato per la prima volta di essere stata vittima di pedofilia a 12 anni: le dure parole della conduttrice
verissimo-lucilla-agosti-vittima-pedofilia

A Verissimo è ospite Lucilla Agosti, popolare conduttrice televisiva e radiofonica ma con esperienza anche da attrice. Ai microfoni di Silvia Toffanin, nel corso di un’intima intervista, rivela per la prima volta di essere stata vittima di molestie da piccola, all’età di 12 anni: “Era qualcosa che aveva a che fare con la pedofilia“.

Il difficile racconto di Lucilla Agosti

È un racconto duro, difficile ancora oggi da interiorizzare e metabolizzare per Lucilla Agosti, che apre il suo cuore nel salotto di Verissimo.

Ospite di Silvia Toffanin, la conduttrice tv e radio si racconta a 360° toccando una tematica quanto mai attuale e delicata: la pedofilia. Per la prima volta rivela infatti di aver subito molestie all’età di 12 anni: “È una cosa di cui non ho mai parlato. Io sono cresciuta molto presto, a 12 anni sono esplosa, il mio corpo è cambiato velocemente. Mi sono resa conto, nel vedere le persone intorno a me, che piacevo di colpo, nonostante di età fossi ancora una ragazzina, agli uomini più grandi“.

Le violenze verbali subite si sono verificate nel corso di una vacanza: “Ero in barca da una mia amica e c’era un amico di suo papà che mi diede fastidio in maniera inequivocabile, usando parole sessualmente esplicite.

Ero poco più che una bambina, quindi era palesemente qualcosa che aveva a che fare con la pedofilia. È una parola di cui spesso si abusa, ma per me quando un uomo di 50 anni approccia volutamente e singolarmente una bambina di 12, è proprio pedofilia“.

La confessione ai genitori

L’episodio subito e che ha di fatto segnato la sua crescita è stato subito raccontato ai genitori una volta tornata in albergo: “La sera sono ritornata in albergo e i miei giorni mi hanno chiesto come fosse andata.

Io mi ricordo che ho detto che era successa questa cosa, ma ho detto chiaramente che quell’uomo mi aveva messa in imbarazzo, mi aveva portato nella parte bassa della barca e mi aveva offerto un succo di frutta“.

Tuttavia i suoi genitori hanno preferito non proferire parola, mantenendo il silenzio sulla violenza subita dalla figlia: “Mi ricordo che i miei genitori avevano deciso di non farmi più andare, ma di non dire niente alla papà della mia amica per paura di non essere creduta. Questa cosa mi sembrò strana perché dentro di me dicevo: ‘Ma come, perché dovrei raccontare questa cosa se non fosse vera?

‘ Questo è un ricordo che è molto netto“.

Erano parole fortissime”

Di quei momenti così profondamente segnanti Lucilla Agosti ha pochi ricordi ma ben precisi. A cominciare dalle parole utilizzate dall’uomo e a lei indirizzate: “Mi ricordo che sono scappata su. Non si possono ripetere in tv a quest’ora le parole che ha usato, ma erano parole fortissime. Mi ricordo che l’imbarazzo mio è stato molto grande e sono scappata su dalle scalette e sono andata vicina alla mia amica“.

Oggi il dramma subito ha lasciato pochi strascichi nella conduttrice, che ha deciso di riprendere in mano la sua vita: “Non mi ha creato problemi, l’ho messa da parte.

Da genitore farei diversamente rispetto alla strada che hanno scelto i miei, ma i miei lo hanno fatto per protezione“.

Potrebbe interessarti