walter biot, parlano la moglie e il figlio

Continuano le indagini sul clamoroso caso di spionaggio che vede coinvolto il Capitano di fregata Walter Biot. Arrestato dopo essere stato sorpreso a vendere segreti militari, l’uomo non avrebbe risposto alle domande degli inquirenti. A parlare per lui però sono stati la moglie e il figlio. Particolarmente contestate in queste ore sono le parole della donna, che racconta della situazione economica della famiglia Biot.

Spionaggio Walter Biot, la moglie: “Non voleva fo****e il Paese

La vicenda di Walter Biot sta creando un clima decisamente teso sul piano della diplomazia internazionale. Il caso è grave: l’Ufficiale è stato colto mentre passava documenti militari segreti a due funzionari russi, in un parcheggio di Roma.

Entrambi i russi sono stati espulsi, il Ministro Di Maio ha parlato di “Atto ostile e lo stesso Biot è stato messo agli arresti. In queste ore ha parlato la moglie, Claudia Carbonara, che in un’intervista al Corriere della Sera ha rilasciato alcune controverse dichiarazioni.

La donna, infatti, ha dichiarato che il marito “non voleva fo****e il Paese“. “Ai russi ha dato il minimo che poteva daresi legge – Niente di così compromettente. Perché non è uno stupido. Solo che era disperato per il futuro nostro e dei figli“.

La donna, che ha dichiarato di temere la gogna mediatica, ha parlato inoltre di una crisi in corso da tempo e di “tante spese“. “A causa del Covid ci siamo impoveriti – ha aggiunto parlando dello stipendio del marito pari a – 3.000 euro, ma non bastavano più per mandare avanti una famiglia con 4 figli 4 cani, la casa di Pomezia ancora tutta da pagare, 268mila euro di mutuo, 1.200 al mese“.

Walter Biot, le parole del figlio dopo lo scandalo spionaggio

Nella sua intervista, la moglie ha tirato in ballo anche i figli: “Abbiamo fatto sempre tanti sacrifici per loro.

Niente vizi, niente lussi, attenzione, solo la vita quotidiana che però a lungo andare fa sentire il suo peso“. Tra le frasi più controverse, anche il fatto che per la moglie Walter Biot non ha tradito l’Italia, ma “la Patria l’ha servita“.

Repubblica in queste ore riporta anche alcune dichiarazioni del figlio di Biot, che ha ribadito come il peso della famiglia gravasse sul padre: “Mio padre mantiene tutti noi, 4 figli e 4 cani. Io e mia sorella facciamo solo lavoretti e non riusciamo a mantenerci“. Poi, avrebbe aggiunto di aver scoperto tutto dalla tv.

Caso Walter Biot: trovate 181 foto di documenti segreti

La famiglia fa quadrato attorno al padre e marito, la cui posizione si sta aggravando nelle ultime ore.

Dopo essere stato arrestato sul fatto, gli inquirenti hanno analizzato i dispositivi di Walter Biot. Secondo quando riporta Ansa, nella memoria sd di Walter Biot – nascosta all’interno di un bugiardino per medicinali – sono state trovate 181 foto di documenti cartacei, molti dei quali classificati come riservatissimi, alcuni anche come “Nato Secret“. La portata dello scandalo sta infatti anche nel tipo di materiale a cui poteva accedere Biot, che si occupava di documenti coperti da segreto e riguardanti operazioni Nato, Ue e Onu.

Secondo le fonti, Biot non avrebbe risposto alle domande del gip nell’interrogatorio di convalida dell’arresto. Biot si sarebbe detto solo frastornato, ma che avrebbe chiarito tutta la faccenda, ma per il momento resta in carcere.