ciotola ming mercatino sothebys

Siamo al mercatino delle pulci, in Connecticut. Uno sconosciuto passante scruta tra cianfrusaglie e oggetti in cerca di “qualcosa di buono” e alla fine, folgorato dalla bellezza di una porcellana, spende 35 dollari per quello che si rivela essere un acquisto fortunato: è una rarissima ciotola Ming, risalente al XV secolo. In realtà, la porcellana vale ben più di qualche decina di dollari: rivalutata da esperti, ha fruttato al suo compratore mezzo milione di dollari.

Dopo l’acquisto, avvenuto lo scorso anno, gli esperti di Sotheby’s avevano attribuito la ciotola al periodo Yongle (XV secolo) epoca in cui visse l’ultima grande dinastia cinese e valutata economicamente tra i 300 e i 500 mila dollari.

La porcellana bianca e blu, una ciotola rarissima dai motivi floreali e i lati profondi è delicatamente conservata e così, lo scorso 17 marzo, l’asta-evento “Important Chinese of Art” di Sotheby’s (New York) aggiudica la ciotola Ming – lotto 130 – per 721,80 mila dollari ad un ignoto offerente.

Una ciotola Ming rarissima, in ottime condizioni

Secondo quanto riportato da Sotheby’s, la rarissima ciotola Ming si presenta in condizioni generali molto buone ad eccezione di una minuscola scheggiatura sul bordo esterno.

La tipica deformazione di cottura ceramica del bordo, alcune deboli linee di smalto e il design caratteristico, corrispondono al periodo Yongle; le decorazioni ritmiche, floreali e dal tipico colore blu cobalto, riconducibili alla dinastia Ming.

Secondo quanto riportato nel catalogo ufficiale di Sotheby’s, la preziosissima opera proviene dalle fornaci di Jingdezhen – fabbrica destinata alla produzione delle porcellane più pregiate del quattrocento – e realizzata per la corte e il volere dell’imperatore Yongle: fondatore della “Città Proibita”, centro cerimoniale e politico del governo cinese.

L’oggetto di straordinaria bellezza ha un diametro da 16 cm, lati arrotondati e profondi. Le decorazioni sono una ritmica alternanza di elementi blu cobalto su fondo bianco e si compongono di una fitta sequenza floreale stilizzata che interseca punti, foglie, petali, melograni e linee delicate.

Sul fondo, regna un grande medaglione dal motivo a quadrifoglio e all’esterno librano quattro imponenti fiori di loto alternati da foglie intrecciate

Il sesto pezzo di una serie rara

Decisamente fortunato lo sconosciuto acquirente del Connecticut che, tra tante cose di poco conto, ha riconosciuto l’arte in una piccola ciotola Ming e l’ha acquistata per soli 35 dollari.

Quella battuta da Sotheby’s – New York – e aggiudicata a ignoti compratori per oltre mezzo milione di dollari, si è rivelata essere una porcellana del XV secolo, particolarmente rara.

Gli esperti della casa d’aste infatti, identificano la ciotola come il sesto pezzo di una serie rarissima. Sono soltanto cinque le ciotole analoghe individuate nel mondo: due al National Palace Museum di Taipei, uno al British Museum, uno al Victoria & Albert Museum di Londra e uno al National Museum of Iran di Teheran.