Cronaca

Chi l’ha visto? Pietro Pulizzi, il papà di Denise racconta: “Denise il mio primo pensiero”

Il papà di Denise confida commosso le sue speranze a Chi l'ha visto?
Piero Pulizzi e Denise Pipitone

Si spengono le speranze sul ritrovamento di Denise Pipitone, la piccola di 4 ani scomparsa da Mazara del Vallo 17 anni fa. Nella serata di mercoledì è arrivata la conferma su Olesya Rostova, la giovane donna che si era rivolta ad una tv russa per ritrovare la sua famiglia.

Come Denise, anche Olesya era stata rapita da bambina e da diverso tempo sta cercando la sua famiglia. Dopo diverse indiscrezioni e un tira e molla con l’emittente russa, è arrivata la conferma. A Chi l’ha visto? Ha parlato il papà della piccola Denise, Piero Pulizzi.

La si sogna come ancora la conoscevi, come una bambina”, ha commentato il papà di Denise parlando della figlia che non vede dal 2004.

Pietro Pulizzi e la speranza di riabbracciare Denise

Ai microfoni di Chi l’ha visto? Pulizzi si è lasciato andare con commozione a confidenze sulle sue speranze e i suoi sogni per Denise. Come ogni papà spera di rivederla presto, quella è una speranza che non perderà mai: “Il mio primo pensiero quando mi sveglio al mattino è quello di avere una famiglia felice, avere una vita tranquilla che ci manca da anni e avere Denise a casa”.

Denise è una guerriera

Nel suo racconto a Chi l’ha visto? Il papà di Denise ha parlato delle angosce e dei pensieri che non li lasciano andare dalla scomparsa della figlia: “Ti addormenti col pensiero di Denise e ti svegli col pensiero di Denise. È il pensiero che ci da la forza di combattere questa battaglia, perché è diventata una battaglia che è ancora senza vincitori. (…)“.

Vorrei che fosse Denise vestita da carnevale, da romana, da guerriera che va da sua madre e le dice mamma sono a casa ho vinto io, perché Denise è una guerriera. (…). Un sogno vero che ho fatto è aprire la porta e vedere Denise che sta aspettando la mamma o il papà, un sogno realizzabile”.

Approfondisci:

Potrebbe interessarti