Patrizia De Blanck in lacrime a Oggi è un altro giorno, il dolore per la scomparsa del fratello Dario:

È stata un’intervista commovente quella di Patrizia De Blanck in quel di Oggi è un altro giorno, il regno Rai di Serena Bortone. Spazio ovviamente alle risate dato il grande umorismo dell’intervistata ma anche tante forti emozioni per le parole rilasciate dalla De Blanck in particolare sul pensiero della morte.

Le lacrime della De Blanck nel ricordare poi il fratello Dario, scomparso nel 2013.

Patrizia De Blanck a Oggi è un altro giorno: la confessione sulla morte

È stata una lunga intervista quella andata in onda quest’oggi a Oggi è un altro giorno, rilasciata da Patrizia De Blanck trovatasi di fronte a Serena Bortone che l’ha posta davanti a molte domande e qualche amarcord.

Oltre alle risate, inevitabili quando al centro dell’attenzione c’è l’ex del Grande Fratello Vip ribattezzata da lei stessa e dal pubblico “contessa del popolo“, ci sono stati anche forti momenti di commozione quando la De Blanck ha espresso il proprio pensiero riguardo un tabù, la morte.

Un pensiero a cui rivolge spesso la sua mente e a cui non può far a meno di pensare in maniera collaterale. Come confessato dalla contessa, quello che più sembra starle a cuore al di là di quella che potrebbe essere la paura dell’ignoto, è il timore, il dolore che possono provare le persone di fronte alla sua dipartita e in particolar modo la figlia Giada che ha confessato di aver provato a “preparare”.

Il ricordo commosso del fratello Dario: “L’ho amato moltissimo

Non penso alla mia morte ma al dolore che proverà lei quando non ci sarò più io. Ho più di 80 anni, cerco di prepararla alla mia morte”, ha confessato non con velata tristezza la De Blanck parlando della figlia Giada a cui è legata da un rapporto profondissimo, un legame che già avevano reso noto nelle sue sfumature in quel del Grande Fratello Vip. Ma questo momento non è stato il solo a provare i presenti: tanta commozione anche quando la De Blanck ha ricordato il fratello Dario, scomparso nel 2013, a cui era affezionatissima: “L’ho amato moltissimo, era più piccolo sarei dovuta morire io per prima, e invece è morto lui.

Io non mi sono ancora ripresa, non mi riprendo dalla sua morte“.