Niger, tragico incendio in una scuola: 21 capanne in fiamme, morti carbonizzati 20 bambini

Terribili le notizie che arrivano da Niamey, la capitale del Niger dove ieri sera i vigili del fuoco hanno reso noto cosa accaduto all’interno di una scuola. Erano circa le 16 – ora locale, le 17 in Italia – quando le fiamme hanno improvvisamente iniziato a divorare le capanne di paglia della scuola per un motivo che sarebbe ancora sconosciuto agli investigatori. Un incendio drammatico in cui, secondo quanto trapelato sinora, avrebbero perso la vita 20 bambini.

Niger: a fuoco una scuola, bruciano 21 capanne di paglia

La situazione scolastica, così come la vita, in Niger – uno dei Paesi più poveri al mondo – è drammatica.

Nella disarmante condizione esistenziale in cui versa il Paese, le autorità pur di permettere ai bambini di andare a scuola da tempo hanno messo in piedi veri e propri nuclei scolastici costruendo capanne di paglia: migliaia di capanne dove quotidianamente i bambini si recano per seguire le lezioni in queste aule al limite, fatte di sola paglia, legno e terra.

Niamey: morti carbonizzati almeno 20 bambini

Al momento non è stata resa nota quale possa essere stata la causa che abbia poi generato il devastante incendio che in pochissimo tempo ha divorato una dopo l’altra alcune delle capanne di uno di questi nuclei scolastici della capitale del Niger, Niamey.

Secondo quanto per ora diffuso dalle fonti locali, sarebbero 20 i bambini che nel rogo avrebbero perso la vita, morti carbonizzati, arsi vivi dalle fiamme. “21 capanne adibite ad aule hanno preso fuoco e i bambini sono rimasti intrappolati tra le fiamme“, sono state le uniche parole certe che confermano la tragedia, dichiarate da Sidi Mohamed, comandante dei pompieri a Niamey, riportate da Ansa. “I servizi di soccorso sono arrivati rapidamente e il fuoco è stato spento, ma la potenza delle fiamme era enorme il che ha facilitato il rogo, l’incendio generale delle aule dei bambini non potevano uscire“.