auto dei carabinieri

Provincia di Roma, una guardia giurata ha ucciso la cognata con un colpo di pistola esploso mentre puliva l’arma. Come dichiarato dall’uomo, si tratterebbe di un incidente avvenuto in maniera del tutto involontaria. Il Nucleo Investigativo ha attivato le indagini per ricostruire la vicenda.

Guardia giurata esplode colpo di pistola

Nel tardo pomeriggio di ieri a Gallicano del Lazio una guardia giurata di 53 anni stava pulendo la pistola di servizio nella sua abitazione. Con lui era presente anche la cognata, la sorella 42enne di sua moglie. Come riporta l’Ansa, la donna era andata a fargli visita e si trovava nella sua stessa stanza al momento dell’operazione di pulizia.

L’uomo ha spiegato che stava muovendo l’arma quando a un tratto un colpo di pistola è partito accidentalmente, colpendo la cognata.

La vittima: morta sul colpo

Il colpo esploso accidentalmente dall’arma della guardia giurata ha colpito fatalmente la donna. I soccorsi giunti sul posto hanno trovato la donna ormai priva di vita e non hanno potuto far altro che constatarne il decesso.

La salma è stata portata a Tor Vergata per essere sottoposta all’autopsia e rimarrà a disposizione degli investigatori, per eventuali accertamenti.

Le indagini sul caso

Attualmente sono in corso delle indagini per ricostruire l’accaduto. I carabinieri del Nucleo Investigativo di Frascati vogliono infatti approfondire la situazione e capire se oltre ai due era presente qualcun altro nell’abitazione e quanto tempo è trascorso dal momento dell’incidente alla chiamata ai soccorsi. Le istituzioni vogliono inoltre verificare quali fossero i rapporti fra l’uomo e la cognata.

Come riportato dall’Ansa, i colpi esplosi sarebbero in realtà 2, di cui uno soltanto ha colpito la donna. Al momento, la guardia giurata non risulta indagata.

“Un dramma famigliare che ha sconvolto tutta la comunità” ha dichiarato il sindaco di Gallicano Pietro Colagrossi, recatosi sul luogo dell’incidente.