Bonus Inps 2400€ cos'è, per chi è e come richiederlo

Il Covid-19 ha rivoluzionato la quotidianità, portando disagio in ambito economico oltre che sanitario. Motivo per cui, una circolare dell’Inps spiega le modalità per poter accedere al nuovo bonus da 2400 euro previsti dal decreto Sostegni.

Bonus Inps 2400 euro: che cos’è

Il bonus Inps 2021 è, attualmente, parte dell’elenco di buoni proposti dal Governo italiano per quest’anno, al fine di risollevare lo Stato dalla crisi dovuta alla pandemia da Covid-19. Nel dettaglio, è stata attivata la procedura che consentirà ai nuovi beneficiari di accedere ad un voucher del valore di 2.400 euro previsto dal DL Sostegni.

Coloro che hanno già usufruito del buono previsto dal decreto Ristori hanno ugualmente diritto a riscuotere quest’ultimo coupon, senza l’obbligo di dover presentare un’ulteriore richiesta. Se si è in possesso dei requisiti, la data di scadenza per la domanda è il 31 maggio 2021.

Bonus Inps 2400 euro: chi può accedervi

Intanto, si ricorda che lo Stato ha alzato il tetto massimo di reddito annuo dei lavoratori del settore teatrale fino a 50mila euro.

Possono usufruire del voucher: i dipendenti stagionali del settore turismo, i lavoratori in somministrazioni, i quali hanno dovuto chiudere le attività tra il 1 gennaio 2019 e la data pubblicata nel decreto.

Al contempo, possono accedere i lavoratori privi di p.IVA, iscritti alla Gestione separata, i lavoratori dello spettacolo (iscritti al Fondo pensione lavoratori dello spettacolo), coloro che sono incaricati alle vendite a domicilio, anche in possesso di partita IVA e i lavoratori con minimo 7 contributi giornalieri versati dal 1 gennaio 2019 con un reddito inferiore a 35.000.

Bonus Inps 2400 euro: come fare richiesta

La domanda può essere presentata effettuando il log-in sulla pagina ufficiale Inps tramite Spid di 2 livello o superiore, Carta d’identità di tipo elettronica e Carta nazionale dei servizi.

L’alternativa è contattare il numero verde 803 164 (gratuito da telefono fisso) oppure 06 164 164 da telefonino. Se si dovessero riscontrare problemi, ci si può recare al patronato per richiedere assistenza.