auto dei carabinieri

Tutto sarebbe cominciato con una festa. Una giovane viene invitata in una abitazione a Campobello di Mazara, Trapani, per quella che sembra una festa ma che sarebbe diventata il luogo per una violenza di gruppo. Nelle scorse ore, con l’accusa di violenza sessuale di gruppo aggravata, sono stati arrestati dai carabinieri della Compagnia di Mazara del Vallo quattro ragazzi di età compresa tra i 20 e i 24 anni, rivela Ansa.

Violenza sessuale a Mazara

Una studentessa di appena 18 anni ha denunciato uno stupro che sarebbe avvenuto in una abitazione di Tre Fontane, a Campobello di Mazara. La giovane 18enne ha raccontato ai carabinieri in sede di denuncia di essere stata invitata ad una festa in cui avrebbero dovuto esserci sia ragazzi che ragazze.

Al suo arrivo nella casa, però, la situazione che le si sarebbe presentata davanti era quella della sola presenza dei 4 giovani, ora arrestati.

La festa sarebbe comunque comincia e la giovane avrebbe avuto un rapporto sessuale con uno di loro in una stanza al piano superiore dell’abitazione, riporta Ansa. Poi il ragazzo che era con lei avrebbe improvvisamente chiamato gli amici che erano presenti in casa.

La ragazza, a quel punto, ha raccontato ai carabinieri di essersi ribellata e di aver iniziato ad urlare.

Tutto inutile però, perché i giovani l’avrebbero violentata. Sul suo corpo i 4 avrebbero lasciato lividi e contusioni. Secondo quanto racconta la giovane ai carabinieri che raccolgono la sua denuncia, lei avrebbe implorato i 4 di fermarsi mentre loro ridevano.

La giovane 18enne denuncia e scattano le indagini

Le indagini in merito a quanto accaduto sarebbero cominciate l’8 febbraio scorso, dopo che la giovane si è presentata di fronte ai carabinieri per presentare la sua denuncia. Le forze dell’ordine avrebbe attivato intercettazioni telefoniche e ambientali per ricostruire e indagare sulla vicenda.

Due dei ragazzi sono finiti in carcere e due ai domiciliari.