Israele

Tragedia in Israele dove, nella notte tra giovedì e venerdì, sarebbero morte almeno 44 persone mentre 150 sarebbe rimaste ferite nella calca che si è venuta a creare durante un pellegrinaggio. Le persone si trovavano al Monte Meron, nel nord di Israele, per le celebrazioni della festività di Lag Ba’omer. Tra le vittime ci sarebbero anche dei bambini.

Calca a un evento religioso: morti e feriti

Le cose sono ancora in divenire dopo quanto successo qualche ora fa. Al momento, riporta l’emittente Channel 12, sono in corso le prime operazioni per identificare le vittime del disastro. Intanto, il ministro dei Trasporti ha spiegato che si sta lavorando per completare l’evacuazione dei fedeli che si trovano ancora sul Monte Meron.

Stando a quanto riporta Adnkronos, il comandante del distretto settentrionale delle forze di polizia che si era occupato delle disposizioni di sicurezza nella zona prima del pellegrinaggio, ha detto di assumersi la responsabilità di quanto accaduto. “Ho la responsabilità generale, nel bene e nel male, e sono pronto a sottopormi a qualsiasi indagine“, avrebbe detto ai giornalisti.

Calca a un evento religioso: cosa è accaduto in Israele

Verso l’una di notte la folla si trovava vicino alla cerimonia di accensione del falò per Toldot Aharon hasidim.

La polizia in queste ore ha sottolineato il sovraffollamento in cui si trovava l’area. Stando a quanto viene riportato in queste ore, in quel momento c’erano circa 100mila persone, alcuni erano bambini.

Nella calca, qualcuno avrebbe cominciato a scivolare a terra, altre persone ancora sono cadute su di loro, per poi dare vita a una fuga dalla zona. Alcuni video caricati suoi social mostrano le immagini della corsa delle persone via dall’area.

Benyamin Netanyahu, premier israeliano, ha parlato di un “disastro pesante“.

Intanto dagli USA arrivano le prime parole di vicinanza dopo la tragedia.

Jake Sullivan, consigliere per la sicurezza nazionale del presidente Usa Joe Biden, ha scritto su Twitter: ”I nostri cuori sono rivolti al popolo di Israele dopo la terribile tragedia del Monte Meron. Porgiamo le nostre condoglianze alle famiglie e agli amici che hanno perso i propri cari in questo disastro e auguriamo una piena e rapida guarigione ai feriti’‘.