Festa del lavoro 2021, 1° maggio: le origini della giornata dedicata ai lavoratori

Il 1° Maggio è una data di grande importanza, segno di vittoria e di giustizia. Questa giornata nasce, principalmente, come momento di lotta e rivoluzione da parte dei lavoratori di ogni parte del mondo, decisi a raggiungere determinati obiettivi, affermare i propri diritti, ottenere l’indipendenza e il rispetto a livello professionale.

Perché la Festa di lavoratori si festeggia il 1° maggio

La scelta del giorno non è casuale bensì ha l’obiettivo di ricordare la tragedia della rivolta di Haymarket, avvenuta nell’Illinois (1886). Nel dettaglio, a Chicago si erano susseguite molteplici proteste e inaspettati scioperi da parte di operai e contadini, il cui scopo era ridurre l’orario di lavoro a 8 ore al giorno e non più ad un massimo di 16.

Nei primi anni del Novecento, inoltre, venne utilizzata l’iconica frase “Otto ore di lavoro, otto di svago, otto per dormire“. Il 4 maggio di quell’anno ci fu una rivolta che portò alla morte di 7 agenti della pubblica sicurezza e diversi lavoratori.

Festa del lavoro in Italia: l’eccidio a Portella della Ginestra

Durante il ventennio fascista, Mussolini decise di far confluire la celebrazione della giornata dedicata ai lavoratori con un’altra festività.

Provvisoriamente, il dittatore decise di festeggiare ad aprile il “Natale di Roma” assieme alla Festa del Leavoro.

La Festa del Lavoro sarà ripristinata a tutti gli effetti il primo maggio nel 1947. Sfortunatamente, però, un altro tragico evento colpirà il Bel Paese. Il primo maggio dello stesso anno, quasi 3mila agricoltori si ribellarono al latifondismo (fenomeno d’accentramento della proprietà giuridica di un pezzo di terra di grandi dimensioni). Un tentativo di rivoluzione da parte dei contadini messo però a repentaglio dall’oppressione da parte dal gruppo criminale di Salvatore Giuliano che aprì il fuoco sul corteo formato da oltre 2mila persone a Portella della Ginestra, in provincia di Palermo: 14 le vittime e oltre 50 i feriti.

Il concerto del 1° maggio e l’ufficializzazione

La festa del primo maggio divenne ufficiale a livello internazionale a partire dal 1889, grazie alla Seconda Internazionale, organizzazione francese il cui obiettivo era coordinare sindacati e partiti operai in Europa. In Italia, la ricorrenza della Festa dedicata ai lavoratori si celebra con il cosiddetto “concertone” organizzato dai sindacati CGIL, CISL e UIL nella capitale, Roma.