Vaccino, dal 1° maggio via alle prenotazioni per gli under 50 con comorbidità nel Lazio

Prosegue con successo la campagna vaccinale contro l’infezione da Coronavirus. Attualmente, infatti, il Lazio sarebbe la Regione con più appuntamenti in agenda; motivo per cui è stata aperta un’altra fascia d’età che ora potrà vaccinarsi per ricevere la dose di vaccino.

Vaccini anti-Covid per under 50 (40-49) con patologie

A partire da sabato 1 maggio 2021 i nati dal 1972 al 1981 (under 50) con comorbidità (categoria 4) avranno la possibilità di prenotare la vaccinoterapia in uno degli oltre 120 Hub presenti sul territorio laziale. Soltanto coloro affetti da specifiche patologie e in possesso di esenzione potranno richiedere l’immunoprofilassi.

Inoltre, sempre dalla mezzanotte di venerdì 30 aprile, tutti i 58/59enni potranno accedere al portale per effettuare la richiesta.

Vaccino anti-Covid: cosa si intende per comorbidità

Per definizione, le comorbidità sono una serie di patologie di differente natura che possono aumentare il rischio di contrarre forme avanzate di Coronavirus. Si tratta di malattie che interessano i principali organi. Ricordiamo: HIbV, ipertensione arteriosa, malattie epatiche, tumori di vario tipo, insufficienza renale o diabete. Sul portale Salute Lazio è possibile trovare la tabella completa con i relativi codici esenzione.

Intanto è stata completata la campagna di immunizzazione nel Lazio sia per i detenuti dei carceri che per la polizia penitenziaria. Si è trattato di un grande traguardo infatti Paolo Ciani (vicepresidente della Commissione Sanità alla Regione Lazio) ha dichiarato: “È un passo importante che avevo chiesto con forza già nel dicembre scorso e che sono felice si sia finalmente avviato. Bisogna considerare che da oltre un anno le misure di contenimento del Covid hanno accentuato l’isolamento e la riduzione di molte attività di socializzazione, peggiorando la vita quotidiana”, ha scritto in una nota.

Aperti nuovi centri per la campagna vaccinale

Secondo le ultime statistiche, 1 milione e mezzo di italiani ha ricevuto la prima dose e più di 500 mila la seconda. Il desiderio del Governo è quello di procedere con sveltezza al fine di garantire una rinascita del Paese e della popolazione al più presto. Il Lazio ha quindi, inaugurato 5 nuovi centri vaccinali: negli spot di Cinecittà, Porta di Roma e via Quirino Majorana verrà somministrato il Pfizer-BioNTech; infine, nel drive-in vicino Valmontone quello composto da un unica dose (Johnson&Johnson).