L'attore Johnny Depp

Transcendence è il film che verrà trasmesso sul canale 24 del digitale terrestre alle ore 21:20 di oggi martedì 4 maggio 2021. Il dottore Johnny Depp alle prese con temi etici in contrasto con la tecnologia.

Transcendence: il regista del film

Transcendence è un film del 2014 diretto da Wally Pfister, un regista e direttore della fotografia noto per il suo sodalizio professionale con Christopher Nolan con il quale ha curato la fotografia di film noti al grande pubblico come Memento (un affermato thriller psicologico del 2000) ed Il cavaliere Oscuro – Il ritorno (film della saga dedicata dal regista britannico alla figura del supereroe Batman della DC Comics).

Transcendence: la trama del film

Il dottor Will Caster, interpretato da Johnny Depp, è un noto scienziato ricercatore nel campo dell’intelligenza artificiale. Will sta lavorando incessantemente alla creazione di una macchina dotata di pensiero che possa combinare l’intelligenza collettiva di tutto ciò che è conosciuto con l’intero insieme delle emozioni umane.

I suoi controversi esperimenti che si pongono al confine nel dibattito tra etica, scienza e sviluppo tecnologico, lo hanno reso famoso in tutto il mondo ma lo hanno anche fatto diventare il capro espiatorio per un gruppo di terroristi che sono fortemente contrari alla tecnologia e che sono pronti a tutto pur di fermarlo.

Nel loro tentativo di distruggere Will Caster, i terroristi diventano involontariamente coloro che spingeranno il dottore a superare i suoi limiti e a raggiungere il successo nel suo progetto che è quello di diventare parte integrante della sua stessa trascendenza e fondersi direttamente con le macchine che lo circondano.

Durante l’opera del dottore si pongono contro la sua voglia di affermare il suo progetto la moglie Evelyn (interpretata da Rebecca Hall) ed il suo migliore amico Max Waters (l’attore Paul Bettany), anche loro ricercatori, che solleveranno più volte il problema etico del fatto se sia giusto farlo perseguire la sua ricerca così innovativa quanto problematica.

Le loro paure diventano realtà quando la sete di conoscenza di Will si trasforma in tutti gli effetti in una ossessiva ricerca di potere, di cui finirà non si conoscere nemmeno la fine. L’unica cosa che è terribilmente chiara è che forse non c’è modo di fermarlo. L’unica cosa che sembra chiara svilupparsi durante tutto il corso del film è che sembra non esserci modo per frenare questa sua grande smania di affermare la sua ricerca.