Piera Maggio a Chi l'ha visto

Sono ore di apprensione e attesa per Piera Maggio e Piero Pulizzi, dopo 17 anni dalla scomparsa della figlioletta Denise Pipitone sembra che ci siano novità in arrivo. Nel pomeriggio di mercoledì 5 maggio la scientifica ha effettuato rilievi nella ex casa di Anna Corona; la novità è arrivata nel giorno in cui a Mazara del Vallo era stata organizzata una manifestaione in piazza (nel pieno rispetto delle norme anti-covid) per richiedere verità e giustizia per Denise.

In collegamento dalla piazza di Mazara con Chi l’ha visto? Piera Maggio si è detta profondamente irritata, per non dire arrabbiata, per il modo attraverso il quale è venuta a sapere degli ultimi aggiornamenti.

La rabbia di Piera Maggio a Chi l’ha visto

In collegamento con Federica Sciarelli, Piera Maggio non ha nascosto la sua rabbia per quanto accaduto oggi. Già di per sé una giornata molto dura, ultima di una lunga serie, la mamma di Denise ha fatto sapere di non essere stata messa al corrente delle rilevazioni in casa di Anna Corona: “Io e Piero stavamo andando dall’avvocato e ci è arrivata questa notizia. Pensa tu cosa potevo pensare, – ha detto in riferimento alle voci sulla ricerca di resti umani- ero basita. Mi sono subito relazionata con l’avvocato per capirne di più e abbiamo scoperto che c’erano dei lavori nella casa in cui abitava Anna Corona“.

“Non ho nulla da dire al momento, mi aspettavo un po’ di delicatezza nei miei confronti, almeno sapere di cosa si trattasse attraverso il mio avvocato. Questa giornata doveva essere dedicata al raduno di piazza. (…) Dopo 17 ahimè si arriva a quella casa, quella casa non è mai stata attenzionata“.

L’appello del vescovo Mogavero

Presente in piazza insieme a Piera Maggio, Piero Pulizzi, Giacomo Frazzitta e il sindaco, c’era anche il Vescovo di Mazara del Vallo, monsignor Mogavero, che ha lanciato un appello ai cittadini, invitandoli a parlare con lui senza paura di ritorsioni: “Io chiedo a queste persone di rompere il silenzio con me, io custodisco il segreto e l’anonimato di queste persone, riferirò silo la verità che sarà riscontrata dagli inquirenti“.

Il commento del legale Giacomo Frazzitta a Chi l’ha visto

Su quanto accaduto oggi, il legale di Piera Maggio e Piero Pulizzi non ha dubbi: “È chiaro che sono andati lì su precisa indicazione, apprendo da voi che i locali non sono stati posti sotto sequestro. Mi auguro che proseguano queste indagini in maniera più riservata rispetto a quanto accaduto oggi

Quell’intervento di oggi credo sia un intervento mirato e spero che pianopiano si sgretoli il muro di omertà ma abbiamo bisogno di molto di più“.

Approfondisci: