Cronaca Italia

Esplosione e incendio in un capannone a Gubbio: c’è un morto, dispersa una donna tra le macerie

Ci sono dispersi e altre persone estratte dalle macerie in un capannone di Gubbio, esploso e in fiamme nel pomeriggio di oggi
esplosione a gubbio c'è un morto

Esplosione e fiamme in un capannone. Nuovo e gravissimo incidente sul luogo di lavoro quello avvenuto nel pomeriggio di oggi a Gubbio. Sul posto ci sono ancora 118 e vigili del Fuoco, tutti al lavoro per scavare: secondo quanto riportato, infatti, ci sarebbero ancora operai sotto le macerie.

Esplosione a Gubbio: c’è una vittima

AGGIORNAMENTO 20.00 – Le fonti locali riportano che nella drammatica esplosione avvenuta nel laboratorio di cannabis terapeutica di Gubbio, c’è un morto tra gli operai rimasti sotto le macerie.

Alcuni di loro sono già stati estratti vivi e trasportati in ospedale, alcuni in gravissime condizioni. Un altro operaio sarebbe ancora sotto le macerie, in contatto con i soccorritori tramite il telefono. Dispersa invece una donna, al momento. Da Arezzo è in arrivo il nucleo Usar (urban search and rescue), specializzato nella ricerca di dispersi.

Esplosione in un capannone: 5 operai coinvolti

Sono poche e frammentarie le informazioni che arrivano da Canne Greche, località vicino a Gubbio, dalla cui città sembra sia possibile scorgere le colonne di fumo che provengono dallo stabile in fiamme.

Dalle prime notizie sembrava che ad essere esploso fosse una casa privata, ma le fonti locali parlano ora di un capannone.

L’esplosione e l’incendio conseguente, ancora in corso, avrebbe coinvolto almeno 5 operai. Viene riportato in questi minuti che due di loro sono già stati estratti vivi dalle macerie, grazie al lavoro di 118, Vigili del Fuoco e Forze dell’Ordine. Sul luogo anche l’elisoccorso, arrivato da Perugia. Uno di loro sarebbe in gravi condizioni e già sulla via dell’ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia.

Esplosione a Gubbio: tre dispersi, la causa forse una fuga di gas

Le drammatiche immagini in arrivo mostrano che le fiamme imperversano ancora molto alte sul luogo, dove si stanno tutt’ora verificando nuove esplosioni.

Le fonti locali riportano le prime ipotesi sulla possibile causa dell’esplosione al capannone di Gubbio: si parla di una fuga di gas Gpl, ma andrà accertato una volta domate le fiamme e risolta la situazione.

La priorità, in questo momento, è infatti trovare tutti gli operai rimasti coinvolti e ancora dispersi: oltre ai 2 estratti vivi, infatti, risulterebbero altre 3 persone rimaste sotto le macerie.

Dai video live mostrati in questi minuti a Rai News 24, si sentono le voci di alcuni vicini cittadini osservare attoniti le esplosioni, commentando con un drastico “Sono morti tutti“. Un’altra voce ribatte però: “Non essere così pessimista“.

Esplosione a Gubbio: il capannone sarebbe un laboratorio di cannabis

Una fonte locale in questi minuti ha riferito che le esplosioni starebbero avvenendo in un capannone-laboratorio che tratta la cannabis a scopo terapeutico. L’esplosione del laboratorio avrebbe provocato il conseguente crollo del solaio nell’abitazione soprastante.

Esplosione a Gubbio, il video dei vigili del fuoco

NOTIZIA IN AGGIORNAMENTO

Potrebbe interessarti