Strage in una scuola in Russia

È notizia degli ultimi minuti, una terribile sparatoria in una scuola che arriva dalla Russia. Alcuni studenti e un insegnante sarebbero rimasti uccisi in una sparatoria in una scuola di Kazan, la capitale della repubblica russa del Tatarstan. Le forze dell’ordine sono al lavoro in questo momento e stanno provvedendo a evacuare tutto l’istituto. 

Sparatoria in scuola: il bilancio di morti e feriti

Una scuola di Kazan, città della Russia centrale, sarebbe stata teatro di una terribile sparatoria. I soccorso locali, citati dall’agenzia Novosti, parlano di 11 morti e 4 persone ferite e ricoverate in ospedale.

Le notizie al momento sono ancora frammentarie e differiscono nel bilancio della vittime della sparatoria. Secondo altre fonti di Interfax, riportate in questi momenti da Ansa, le vittime sono 8 studenti e un insegnante.

Sparatoria in scuola: fermato un ragazzo, uno ancora nella scuola

La polizia avrebbe fermato un adolescente e sembra che nella scuola ci sarebbe stata anche un’esplosione. Pare però che il giovane non fosse solo, e che un secondo assalitore si troverebbe ancora dentro l’edificio. Questo secondo uomo avrebbe aperto il fuoco nella scuola di Kazan. “Il secondo assalitore potrebbe essere ancora nell’edificio scolastico“, avrebbe detto una fonte delle forze dell’ordine alla TASS.

Alcune fonti riportano che questo secondo assalitore sarebbe stato “isolato” al quarto piano della scuola di Kazan dove è in corso un’operazione delle forze di polizia. Gli agenti sarebbero al lavoro in questi momenti nel tentativo di fermare anche lui.

Il primo fermato sarebbe un ragazzo, un adolescente di 17 anni.

Sul posto, intanto, è arrivato anche il presidente del Tatarstan, Rustam Minnikhanov, insieme al ministro locale della Sanità Marat Sadykov e il procuratore regionale Ildus Nafikov.

Insieme stanno seguendo quanto accade nella scuola e le operazioni di soccorso.