Cronaca

L’efficacia dei vaccini in Italia sarebbe del 95%: lo studio mostra il crollo dei casi di Covid-19

Uno studio dell'Università di Ferrara e dell'Asl di Pescara ha testato l'efficacia dei vaccini Pfizer, Moderna e AstraZeneca, trovando dei risultati estremamente positivi con un calo dei contagi del 95%
vaccini contro il covid 19 efficacia

Buone notizie sul fronte vaccini, la cui efficacia in Italia sarebbe attestata al 95%. Tanto sarebbe il crollo dei contagi secondo il primo studio effettuato dall’Università di Ferrara e dall’Asl di Pescara su 37mila persone vaccinate contro il Covid-19 con i vaccini di Pfizer, Moderna e AstraZeneca. Dati che fanno ben sperare, e che salgono per quanto riguarda i casi gravi di Covid-19, che vedrebbero un calo del 99% dopo la somministrazione delle dosi.

Vaccini, i contagi di Covid-19 diminuiscono del 95%

I dati dello studio sull’efficacia dei vaccini fanno tirare un sospiro di sollievo e aumentano la speranza nella campagna vaccinale.

La valutazione è stata condotta sulla provincia di Pescara, che conta al momento circa 62mila vaccinati, ma lo studio è stato condotto su 37mila persone che hanno ricevuto la dose dal 2 gennaio al 24 aprile.

Questo per i “tempi tecnici necessari alla sieroconversione” dei vaccinati, come ha spiegato Lamberto Manzoli, direttore del Dipartimento di scienze mediche dell’Università di Ferrara ad Adnkronos Salute. “Abbiamo registrato il -95% di infezioni successive al virus dopo i tempi di produzione di anticorpi.

Poi un -99% di malattia nei riceventi il vaccino e un -90% di decessi“, ha spiegato l’epidemiologo.

Tutti i vaccini “molto efficaci”

Lo studio deve ancora superare la revisione tra pari per la pubblicazione su una rivista scientifica, come precisa Manzoli: “I dati sono preliminari e abbiamo in cantiere ulteriori analisi. Ma intanto abbiamo un follow up medio di 30 giorni“.

I dati esaminati “si riferiscono a due dosi di Pfizer e Moderna e una singola di AstraZeneca, perché ancora non erano partite le seconde dosi.

I risultati mostrano che sono tutti davvero molto efficaci“. Lo studio condotto a Pescara, inoltre, sarebbe applicabile statisticamente anche su tutta l’Italia ed è in linea con quanto emerso da lavori simili condotti all’estero.

Vaccini efficaci anche contro la variante inglese

L’epidemiologo aggiunge che, essendo lo studio fatto in Abruzzo, Regione dove è predominante la variante inglese del Covid-19, “Anche in questo caso i vaccini sono stati efficaci“, dichiara. 

Manzoli sottolinea poi che non è stato possibile pubblicare il dato sui possibili effetti negativi, “ma sappiamo che c’è una sorveglianza stretta e però posso dire che anche in questo caso i risultati sono positivi“.

Approfondisci:

Vaccino Moderna, l’azienda annuncia l’efficacia del richiamo sulle varianti brasiliana e sudafricana

Coprifuoco alle 23, per Locatelli c’è “margine per uno slittamento”. Raccomanda cautela e replica a Pfizer

Pierpaolo Sileri tra vaccino e coprifuoco: come sarà l’Italia tra 2-3 settimane

Potrebbe interessarti