Concorso: 1.030 posti a tempo determinato. Qual è il profilo ricercato e come fare domanda

È in corso un bando per 1.030 posti presso la Guardia di Finanza. L’annuncio di concorso è pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.31 del 20/04/2021: si ricercano 1.030 allievi marescialli.

Concorso: quali sono i requisiti per partecipare

I cittadini italiani, anche se già alle armi, che intendano candidarsi devono rispettare i seguenti requisiti:

  • aver compiuto il 17° anno di età e non superato il giorno di compimento del 26° anno di età;
  • abbiano, se minorenni alla data di presentazione della domanda, il consenso dei genitori;
  • godano dei diritti civili e politici;
  • non siano stati destituiti, dispensati o dichiarati decaduti dall’impiego presso una pubblica amministrazione, o licenziati dal lavoro alle dipendenze delle pubbliche amministrazioni;
  • non siano stati ammessi a prestare il servizio civile nazionale quali obiettori di coscienza;
  • non siano stati dimessi da accademie, scuole, istituti di formazione delle Forze armate e di polizia;
  • alla data dell’effettivo incorporamento, non siano imputati, condannati né sottoposti a misure di prevenzione;
  • non si trovino, alla data dell’effettivo incorporamento, in situazioni comunque incompatibili con l’acquisizione o la conservazione dello stato di ispettore della Guardia di finanza;
  • siano in possesso dei requisiti di cui all’articolo 26 della legge 1° febbraio 1989, n. 53;
  • non siano già stati rinviati dal corso allievi marescialli o da corsi equipollenti della Guardia di finanza.
  • possedere un diploma di istruzione secondaria di secondo grado che consenta l’iscrizione a corsi di laurea previsti dalle Università statali o legalmente riconosciute.

La data di scadenza per presentare le domande è fissata al 20/05/2021.

Concorso: dove presentare la domanda

Le domande devono essere presentate esclusivamente mediante la procedura telematica disponibile sul portale della Guardia di Finanza e seguendo le istruzioni del sistema automatizzato.

Concorso: i dettagli e le modalità delle prove

Per quanto riguarda le prove d’esame, ecco cosa prevede il concorso:

  • prova scritta di preselezione, consistente in questionario a risposta multipla di cultura generale;
  • prova di efficienza fisica;
  • accertamento dell’idoneità psico-fisica;
  • accertamento dell’idoneità attitudinale;
  • prova orale;
  • valutazione dei titoli.

Ulteriori informazioni sul concorso e relativi esiti possono essere reperiti sul portale della Guardia di Finanza e tramite l’APP Mobile GdF Concorsi.