Video dell'UFO sulla costa di San Diego, il Pentagono: è autentico

Il Pentagono avrebbe confermato l’autenticità di un video che riprende un oggetto volante non identificato nella costa est degli USA. Il video sarebbe stato girato dal personale della marina statunitense e poi messo in rete da un noto documentarista.

UFO sulle coste californiane: chi ha filmato il video

Il filmato è stato pubblicato lo scorso 14 maggio dal documentarista Jeremy Corbell che ormai da molti anni sarebbe diventato un esperto di UFO. Ma il filmato, invece, risale a molto tempo fa: i fatti accaduti risalirebbero al 15 luglio 2019 alle 23 EST circa. Tutto il personale della nave da combattimento USS Omaha, che era nel pieno di un addestramento a largo di San Diego, si è imbattuto più volte nel corso del mese in apparizioni di strani oggetti nel cielo.

Il Pentagono: il video è autentico

A chiedere accertamenti sulla veridicità del video è stata la testata giornalistica The Debrief: ricevendo una e-mail di risposta proprio da Susan Gough portavoce del Pentagono dove si legge: “Posso confermare che il video è stato girato dal personale della marina e che la UAPTF, la task force che si occupa di oggetti non identificati (n.d.r.), lo ha incluso nei loro esami in corso“. Sono state aperte inchieste anche da parte dell’intelligence navale e dal FBI di Los Angeles.

NBC News ha confermato la presenza durante le indagini di un agente speciale del NCIS e del direttore del Maritime Intelligence Operations Center.

UFO sulle coste californiane: il video

La nave si trovava presso la costa Californiana nel mese di luglio per avviare delle esercitazioni del personale. Durante quel mese, sono stati moltissimi gli avvistamenti di oggetti non identificati da parte del personale. Il video in questione ritrae un veicolo, definito dagli esperti Trasmedium veichle che fluttua nell’aria per alcuni minuti, per poi immergersi completamente nelle acque dell’oceano.

Proprio nel momento in cui il personale si stava organizzando per mandare in esplorazione un elicottero, l’UFO si immerso nell’acqua: “Wow, si è immerso!”, urla una voce nel video. Sono state avviate delle ricerche nei minuti successivi all’immersione del UFO, ma non sono stati rilevate tracce di alcun tipo nell’oceano.

Il rapporto al Congresso: la data e le informazioni

Ancora nessuno, se non gli addetti ai lavori, può sapere cosa c’è scritto nel rapporto che è stato stilato dalla task force UAPTF. Ma una legge della presidenza Trump obbliga a rivelare il contenuto segreto dei rapporti Ufo al Congresso degli Stati Uniti entro il 3 giugno.

Quindi a meno che non venga richiesta una proroga con motivata richiesta alla segretezza del documento, presto sapremo sicuramente qualcosa di più su quello che è realmente successo nelle acque californiane quel 15 luglio 2019.