Franco Battiato, il ritiro e la malattia

Franco Battiato è morto all’età di 76 anni, dopo aver impresso la sua firma indelebile nel firmamento della musica con canzoni intramontabili come Centro di gravità permanente, Lode all’Inviolato, La Cura e molti altri straordinari successi. La sua storia e la sua carriera profumano di enigma e grandezza, di tanti dettagli mai emersi sulla sua vita più intima e di incredibili gioielli artistici donati al grande pubblico che lo ha amato. Secondo quanto emerso, Franco Battiato si sarebbe spento dopo una lunga malattia, su cui la famiglia, che gli è stata accanto fino all’ultimo, avrebbe sempre preferito mantenere il riserbo.

Franco Battiato: il ritiro dalle scene

Nel 2019, l’uscita dell’album Torneremo Ancora era stata accolta da molti come chiave di una sorta di “testamento” del Maestro Franco Battiato, da tempo assente quelle scene che, per decenni, ha intriso della sua ineguagliabile musica.

È un lavoro discografico che contiene 14 tra le sue canzoni più celebri, registrate nel 2017 con la Royal Philarmonic Concert Orchestra diretta dal Maestro Carlo Guaitoli.

Da tempo Battiato aveva lasciato il palcoscenico (risale al 17 settembre 2017 il suo ultimo concerto, in scena al Teatro romano di Catania), e le voci sull’aggravarsi del stato di salute si sono rincorse ad alimentare, negli ultimi anni, la cornice di preoccupazione dei fan.

Franco Battiato e la malatttia

Le cause della morte di Franco Battiato non sono note e, secondo le pochissime informazioni riportate da Adnkronos, l’artista si è spento nella sua casa di Milo, in provincia di Catania, dopo essersi ritirato a causa della malattia.

La scomparsa del cantautore è arrivata dopo un lungo silenzio, circondato dai suoi affetti più cari, e proprio sullo stato di salute del Maestro si erano concentrati i tanti interrogativi del pubblico.

I funerali di Franco Battiato, come riporta ancora l’agenzia di stampa in seguito all’annuncio della sua morte da parte della famiglia, sono stati stabiliti “in forma strettamente privata”.