Economia

Prelievi Bancomat: verso nuove regole ma abolire le commissioni interbancarie potrebbe aumentare i costi

In arrivo nuove regole per i prelievi bancomat ma la decisione di Bancomat spa è al vaglio dell’Antitrust
Prelievi Bancomat: verso nuove regole ma abolire le commissioni interbancarie potrebbe aumentare i costi

Nuove regole per i prelievi bancomat, la decisione di Bancomat spa è al vaglio dell’Antitrust. Si pensa all’abolizione della commissione interbancaria ma la conseguenza potrebbe essere un aumento dei costi per i clienti.

Prelievi con Bancomat: sempre meno sportelli

Il futuro è cashless e la riduzione del numero di sportelli automatici si muove proprio in questo senso. Sono già 3 gli istituti di credito che si sono mossi per ridurre il numero dei proprio sportelli in filiale (Fineco, Unicredit e Bper) e Ing addirittura ha optato per chiuderli tutti.

Per gli istituti bancari non sarebbe infatti conveniente avere clienti con molta liquidità sul conto corrente, a causa dei tassi negativi imposti dalla BCE.

Prelievi bancomat: come cambieranno i costi

La riduzione del numero dei bancomat, unito alla possibilità di abolizione delle commissioni interbancarie, rischia però di tradursi in un aumento dei costi. Il progetto di revisione dei costi di Bancomat spa, in esame dall’Antitrust, lascerebbe di fatto carta bianca agli istituti di credito sulle commissioni da applicare ai prelievi.

La misura riguarderebbe i prelievi effettuati presso gli istituti di cui non si è clienti e penalizzerebbe le piccole banche, cioè quelle con meno sportelli distribuiti sul territorio nazionale.

Prelievo con bancomat: le conseguenze per i piccoli istituti di credito

Le commissioni interbancarie a oggi sono fissate a 0,50€ a prelievo. Con le nuove misure proposte, il cliente potrebbe non conoscere a priori l’importo che dovrà pagare nel momento in cui effettuerà un prelievo presso un istituto diverso dal proprio. Inoltre, per quanto riguarda lo svantaggio che subirebbero i piccoli istituti di credito, è necessario considerare che le commissioni saranno pagate agli istituti proprietari degli sportelli.

Presumibilmente si tratterà dei grandi istituti di credito. La decisione dell’Antitrust per questa misura è attesa entro fine 2021.

Prelievi bancomat: i dati sul calo degli sportelli

Secondo Bankitalia, dal 2010 al 2019 il numero di filiali in Italia è crollato da 33.663 a 24.311. Il 57% di sportelli è presente al Nord, mentre solo il 22% è attivo nel Sud e nelle Isole, è la segnalazione della Banca d’Italia pubblicata nel 2020. Sempre secondo Bankitalia, una diminuzione consistente ha coinvolto anche gli Atm multifunzione, quelli che consentono altre funzioni oltre al ritiro di contanti.

Pur essendo i più diffusi, sono infatti diminuiti da 35.671 unità nel 2013 a 31.807 nel 2018.

Potrebbe interessarti