Concorso: 124 posti a tempo indeterminato. Qual è il profilo ricercato e come presentare domanda

Nuovo bando di concorso per 96 posti a tempo indeterminato presso la Regione Emilia-Romagna. L’annuncio è stato pubblicato nei Bollettini Ufficiali delle Regioni in data 27/05/2021. La figura ricercata è quella di Istruttore Tecnico.

Concorso in Emilia-Romagna: i requisiti per presentare domanda

Per candidarsi, è necessario essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • Cittadinanza europea;
  • Aver raggiunto la maggiore età e non aver raggiunto il limite massimo previsto per il collocamento a riposo d’ufficio;
  • Diploma di scuola secondaria di secondo grado di perito edile o geometra o maturità professionale (5 anni) in analogo indirizzo. È ammesso al concorso il candidato in possesso di titolo di studio superiore, che sia assorbente rispetto a quello richiesto;
  • Godimento dei diritti civili e politici;
  • Non avere riportato condanne penali definitive per i reati contro la Pubblica Amministrazione e non essere stati destituiti, dispensati o licenziati dall’impiego presso la Pubblica Amministrazione;
  • Idoneità fisica.

Concorso per istruttore tecnico: come candidarsi

I candidati dovranno compilare la domanda tramite il portale dedicato, o seguendo il percorso: “Leggi Atti Bandi” → “Bandi e Concorsi – Opportunità di lavoro in Regione/Concorsi” → sezione “Commissario delegato per la ricostruzione – sisma 2012 – Procedure selettive Tempi Determinati”.

Per la partecipazione al concorso, il candidato deve essere in possesso di una casella di posta elettronica ordinaria e di una casella di posta elettronica certificata PEC. Il termine ultimo per presentare domanda è il 11/06/2021.

Concorso, i dettagli sulle prove e sulle materie d’esame

Qualora il numero delle domande di ammissione fosse pari o superiore a 200 unità, la preselezione avverrà per titoli.

La prova scritta si terrà a distanza, utilizzando una specifica piattaforma digitale, e consisterà in quesiti a risposta multipla.

Verterà sui seguenti argomenti:

  • Disposizioni regolanti la ricostruzione privata (abitativa e produttiva) e la ricostruzione pubblica;
  • Norme per la ricostruzione nei territori interessati dal sisma del 20 e 29 maggio 2012;
  • Ordinanze del Commissario Straordinario per la Ricostruzione, con riferimento agli ambiti di competenza indicati al punto 1 e connessi alle attività degli uffici di competenza: ordinanze 29, 51, 86 del 2012 e atti correlati, Programma delle Opere Pubbliche, dei Beni Culturali e dell’Edilizia scolastica e universitaria;
  • Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia;
  • Normativa in materia di contratti pubblici;
  • Nozioni in materia di procedimento amministrativo, di diritto di accesso e conferenza di servizi.