auto travolge una famiglia in Canada

Una famiglia di 5 persone sarebbe stata travolta da un’auto in centro città a London, in Ontario, 4 i morti: è il primo bilancio emerso su quello che, secondo le autorità canadesi, sarebbe stato un attentato e i media locali parano di “attacco premeditato”.

Auto travolge una famiglia: 4 morti in Canada

Le indagini su quanto accaduto in Ontario, nel cuore della città di London, sono ancora in corso ma la polizia, riportano i media canadesi, parla di un crimine motivato dall’odio. Lo riferisce alla stampa il capo della polizia, Steve Williams, dopo la morte di 4 persone, tutte appartenenti alla stessa famiglia travolta durante una passeggiata in centro.

Stando a quanto emerso, si farebbe strada l’ipotesi di un attentato di matrice religiosa. Le vittime sarebbero di fede musulmana. Sul colpo sarebbero morti 3 adulti e una ragazza, mentre un quarto membro della famiglia, un bimbo di 9 anni, sarebbe ricoverato in gravi condizioni.

Auto travolge una famiglia in Canada: fermato il presunto assalitore

Poco dopo il presunto attacco, la polizia avrebbe arrestato un 20enne. Secondo gli investigatori, riporta la Cbc, si tratterebbe dell’autore dell’attacco, condotto per motivi legati alla religione.

Stando a quanto finora trapelato, il presunto assalitore non conosceva le vittime, ma le avrebbe prese di mira perché musulmane. Immediata la reazione del Consiglio dei musulmani canadesi, che in una nota ha espresso la richiesta di ” giustizia dopo l’orribile attacco motivato dall’odio contro una famiglia musulmana“.

3 donne, un uomo e una ragazza sarebbero morti sul colpo, mentre al momento non sarebbero emersi ulteriori aggiornamenti sulle condizioni del minore coinvolto, che resterebbero critiche. La persona fermata sarebbe stata intercettata dalle autorità a pochi chilometri di distanza dal luogo in cui avrebbe compiuto l’attacco, e ora sarebbe accusato di omicidio e tentato omicidio.

Non si escluderebbe l’ipotesi di altri capi d’accusa a suo carico, non ultimo quello di terrorismo.