concorso emilia romagna tempo determinato

Nuovo bando di concorso per 90 posti a tempo determinato presso la Regione Emilia-Romagna. L’annuncio è stato pubblicato nei Bollettini Ufficiali delle Regioni in data 27/05/2021. La figura ricercata è quella di Funzionario tecnico.

Concorso in Emilia-Romagna: i requisiti per presentare domanda

Per candidarsi, è necessario essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • Cittadinanza europea;
  • Aver raggiunto la maggiore età e non aver raggiunto il limite massimo previsto per il collocamento a riposo d’ufficio;
  • Laurea magistrale o corrispondente laurea specialistica nelle seguenti classi: Architettura del paesaggio, Architettura e ingegneria edile, Ingegneria civile, Ingegneria dei sistemi edilizi, Ingegneria della sicurezza, Ingegneria per l’ambiente ed il territorio, Geologia – territorio;
  • Godimento dei diritti civili e politici;
  • Non avere riportato condanne penali definitive per i reati contro la Pubblica Amministrazione e non essere stati destituiti, dispensati o licenziati dall’impiego presso la Pubblica Amministrazione;
  • Idoneità fisica.

Concorso per funzionario tecnico: come candidarsi

I candidati dovranno compilare la domanda tramite il portale e-Recruiting della Regione Emilia-Romagna raggiungibile seguendo il percorso: “Leggi Atti Bandi” → “Bandi e Concorsi – Opportunità di lavoro in Regione/Concorsi” → sezione “Commissario delegato per
la ricostruzione – sisma 2012 – Procedure selettive Tempi Determinati”.

Sarà necessario seguire le istruzioni riportate nell’apposita “Guida alla compilazione della domanda”.

Per la partecipazione al concorso, il candidato deve essere in possesso di una casella di posta elettronica ordinaria e di una casella di posta elettronica certificata PEC. Il termine ultimo per presentare domanda è il 11/06/2021.

Concorso, i dettagli sulle prove e sulle materie d’esame

Per quanto riguarda le prove d’esame, lo svolgimento del concorso prevederà le seguenti prove.

La preselezione avverrà per titoli, qualora il numero delle domande di ammissione fosse pari o superiore a 200 unità.

La prova scritta si terrà a distanza, utilizzando una specifica piattaforma digitale, e consisterà in quesiti a risposta multipla. Verterà sulle seguenti materie:

  • Decreto-legge 74/2012, con particolare riferimento alle disposizioni regolanti la ricostruzione privata (abitativa e produttiva) e la ricostruzione pubblica;
  • Norme per la ricostruzione nei territori interessati dal sisma del 20 e 29 maggio 2012;
  • Ordinanze del Commissario Straordinario per la Ricostruzione, ordinanze 29, 51, 86 del 2012 e atti correlati, Programma delle Opere Pubbliche, dei Beni Culturali e dell’Edilizia scolastica e universitaria;
  • Codice dei beni culturali e del paesaggio;
  • Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia;
  • Norme Tecniche Costruzioni e normativa regionale in materia sismica, con specifico riferimento agli interventi su costruzioni esistenti ed edifici tutelati;
  • Normativa in materia di contratti pubblici;
  • Nozioni in materia di procedimento amministrativo, di diritto di accesso e conferenza di servizi.