concorso emilia romagna tempo indeterminato

Nuovo bando di concorso per 42 posti a tempo indeterminato presso la Regione Emilia-Romagna. L’annuncio è stato pubblicato nei Bollettini Ufficiali delle Regioni. La figura ricercata è quella di Tecnico progettista in campo ambientale.

Concorso Emilia-Romagna, i requisiti

Per candidarsi, è necessario essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • Cittadinanza europea;
  • Età inferiore a quella prevista dall’ordinamento vigente per il collocamento a riposo d’ufficio;
  • Aver conseguito un diploma di scuola secondaria di secondo grado (diploma di maturità);
  • Idoneità fisica alle mansioni specifiche del profilo professionale;
  • Non essere stati esclusi dall’elettorato attivo né dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione;

Concorso per tecnico progettista

I candidati dovranno compilare la domanda tramite il portale e-Recruiting raggiungibile dal sito istituzionale dell’Ente seguendo il percorso: “Leggi Atti Bandi”→ “Bandi e Concorsi – Opportunità di lavoro in Regione/Concorsi” →“Procedure selettive pubbliche”. Al link relativo alla presente procedura, si potrà compilare la domanda secondo le istruzioni riportate nella “Guida alla compilazione della domanda”.

L’accesso al portale e-Recruiting avviene attraverso il Sistema Pubblico di Identità Digitale SPID.

Per la partecipazione al concorso il candidato deve essere in possesso di una casella di posta elettronica ordinaria e di una casella di posta elettronica certificata PEC. Il termine ultimo per presentare domanda è il 11/06/2021.

Concorso, i dettagli sulle prove d’esame

Le prove d’esame sono articolate nel modo seguente.

La prova preselettiva avverrà qualora il numero delle domande sia pari o superiore a 150 e si terrà a distanza utilizzando  una specifica piattaforma digitale, e consisterà in quesiti a risposta multipla.

La prova scritta potrà prevedere lo svolgimento di una prova a contenuto teorico, predisposta anche in forma di domande a riposta sintetica aperta, combinata, eventualmente, a quesiti a risposta chiusa; oppure consisterà in prova pratico-attitudinale.

I candidati dovranno dimostrare di conoscere i seguenti contenuti tecnico professionali:

  • Principi fondamentali ed assetto delle competenze secondo il Titolo V, Parte II, della Costituzione;
  • Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea;
  • Statuto della Regione Emilia-Romagna;
  • Procedimento amministrativo ed atti amministrativi;
  • Codice dell’Amministrazione Digitale (D.lgs. 82/2005), con riferimento alle disposizioni del Capo I;
  • Nozioni sulla tutela dei dati personali e il Regolamento Europeo 2016/679;
  • Trasparenza, accesso civico semplice e generalizzato, prevenzione della corruzione;
  • Norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche;
  • Processi e procedimenti istruttori, autorizzativi connessi al demanio idrico (autorizzazioni/nulla osta idraulici per opere e occupazioni di aree assentite in alveo, gestione del demanio idrico, progetti di gestione degli invasi e dei piani operativi di svaso, interventi di gestione della vegetazione in alveo);
  • Le fasi della progettazione e i principali contenuti dei progetti di difesa del suolo e della costa;
  • Attività e procedimenti in materia di attività estrattive (autorizzazioni scavi in deroga, pareri sui progetti di coltivazione, polizia mineraria);
  • Sistema di allertamento nazionale e regionale di protezione civile;
  • Sistema italiano di protezione civile;
  • Deliberazione dello stato di emergenza di rilievo nazionale e di crisi regionale, ordinanze di protezione civile e piani degli interventi urgenti;
  • Pianificazione di protezione civile (sistema delle competenze e contenuti della pianificazione, linee guida per la pianificazione comunale di emergenza, Piano regionale di previsione prevenzione lotta attiva contro incendi boschivi);
  • Volontariato di protezione civile e colonna mobile regionale;
  • Gestione delle emergenze di protezione civile (Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri 3 dicembre 2008 “Organizzazione e funzionamento di SISTEMA presso la sala operativa Italia del Dipartimento della protezione civile”, Direttiva del Presidente del Consiglio dei ministri 3 dicembre 2008 “Indirizzi operativi per la gestione delle emergenze”);
  • Regolamentazione del Servizio di Piena e delle attività di vigilanza e polizia idraulica sulle opere idrauliche di competenza della Regione Emilia-Romagna;
  • Cenni in materia di Sicurezza nei cantieri e nei luoghi di lavoro;
  • Procedure in caso di somma urgenza e di protezione civile;
  • Linee guida regionali per la riqualificazione integrata dei corsi d’acqua naturali della Regione Emilia-Romagna;
  • Principali tipologie di opere idrauliche e di difesa della costa;
  • Monitoraggio idrometereologico.

I candidati dovranno dimostrare di possedere le seguenti attitudini digitali e linguistiche:

  • Utilizzo dei principali strumenti di office automation con particolare riferimento agli ambienti collaborativi in cloud;
  • Condivisione di documenti per la stesura in co-writing di testi;
  • Conoscenza della lingua inglese.

La prova orale prevede l’approfondimento delle conoscenze sulle materie oggetto della prova scritta nonché la verifica dell’effettiva capacità di risolvere problemi, elaborare soluzioni nell’ambito delle proprie competenze lavorative ed inserirsi proficuamente nell’organizzazione regionale. Nell’ambito della prova orale verrà altresì verificata la conoscenza del Codice di Comportamento della Regione Emilia-Romagna approvato con delibera della Giunta Regionale n. 905/2018.