concorso pubblico ministero interno tempo indeterminato

Nuovo bando di concorso per 314 posti a tempo indeterminato presso il Ministero dell’Interno. L’annuncio è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale n.45 del 08/06/2021. La figura ricercata è quella di Ispettore antincendi del corpo nazionale dei Vigili del Fuoco.

Concorso Ministero dell’Interno: i requisiti

Per candidarsi, è necessario essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana;
  • godimento dei diritti politici;
  •  età non superiore a 30 anni (37 anni per la partecipazione al concorso del personale volontario del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco);
  • idoneità fisica, psichica e attitudinale al servizio;
  • laurea nell’ambito delle facoltà di ingegneria o architettura;
  • abilitazione professionale attinente ai titoli di studio;
  • possesso delle qualità morali e di condotta ;
  • non essere stati espulsi dalle forze armate e dai corpi militarmente organizzati;
  • non essere stati condannati per delitto non colposo o sottoposti a misura di prevenzione
  • non essere stati destituiti da pubblici uffici o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione.

Concorso per ispettore antincendi: come fare domanda

La domanda di partecipazione al concorso deve essere inviata per via telematica seguendo le istruzioni ivi specificate.

Per accedere all’applicazione i candidati devono essere in possesso di identità del Sistema pubblico d’identità digitale SPID e di una casella di posta elettronica certificata PEC. Il termine ultimo per presentare domanda è il 08/07/2021.

Concorso: i dettagli sulle prove d’esame

Se il numero delle domande presentate superi di 10 volte il numero dei posti messi a concorso, l’ammissione alle prove di esame potrà richiedere una prova preselettiva. L’eventuale prova preselettiva consisterà nella risoluzione di quesiti a risposta multipla vertenti sulle materie oggetto delle prove di esame.

I dettagli circa lo svolgimento saranno notificati nella Gazzetta Ufficiale del 30 luglio 2021 e sul sito del Dipartimento dei Vigili del Fuoco.

La prova scritta potrà consistere nella stesura di un elaborato, oppure nella risposta sintetica a quesiti o nella soluzione di quesiti a risposta multipla. Verterà su geometria delle masse e scienza delle costruzioni nonché, a scelta del candidato, su una delle seguenti materie:

  • elettrotecnica e impianti;
  • meccanica e macchine;
  • idraulica.

La prova orale verterà, oltre che sulle materie oggetto della prova scritta, anche sulle seguenti materie:

  • fisica;
  • chimica;
  • topografia;
  • elementi di normativa sulla sicurezza nei luoghi di lavoro;
  • elementi di normativa tecnica e procedurale di prevenzione incendi;
  • elementi di diritto amministrativo e di diritto costituzionale;
  • ordinamento del Ministero dell’interno, con particolare riferimento al Dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile, e ordinamento del personale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco.

    Nell’ambito della prova orale sarà accertata la conoscenza della lingua straniera, scelta dal candidato all’atto della presentazione della domanda tra inglese, francese, spagnolo e tedesco e la conoscenza dell‘uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse.