giornata mondiale lotta desertificazione

Il 17 giugno si celebra la Giornata Mondiale per la lotta alla desertificazione e alla siccità. Istituita nel 1995 dalle Nazioni Unite, questa giornata sensibilizza l’opinione pubblica e ricorda alle Nazioni l’importanza di cooperare per combattere la desertificazione e gli effetti della siccità in tutto il mondo. Ecco su cosa si concentrerà quest’anno e quali sono gli obiettivi un anno dopo l’esplosione della pandemia.

Giornata Mondiale per la lotta alla desertificazione, il focus del 2021

Nel 2021, la Giornata Mondiale per la lotta alla desertificazione e alla siccità intende dimostrare che investire nel benessere dei territori è una decisione lungimirante a livello economico, perché crea lavoro e nuovi stili di vita e perché protegge l’economia da ulteriori crisi dovute ai cambiamenti climatici e alla perdita di altri ecosistemi.

Il tema del 2021 sarà quindi la trasformazione delle terre degradate in terre sane, in un processo capace di creare posti di lavoro, resilienza economica e maggiore disponibilità di cibo. Risanare i territori significa risanare anche la biodiversità e rallentare i cambiamenti climatici, riducendo l’anidride carbonica nell’atmosfera. Al centro di questa 26esima edizione, dunque, sarà molto presente la ripresa green dalla pandemia esplosa nel 2020.

L’evento sarà ospitato dalla Costa Rica e dal locale Ministero dell’Ambiente.

Giornata Mondiale per la lotta alla desertificazione: ecosistemi in pericolo

L’edizione 2021 metterà in evidenza come la crescente richiesta di cibo e materie prime da parte della popolazione mondiale abbia alterato quasi i 3/4 delle terre libere dai ghiacci. Intervenire su questi ecosistemi danneggiati previene i disastri naturali e gli eventi climatici estremi come incendi, siccità, inondazioni, tempeste di sabbia e polvere. Inoltre, questi interventi limitano i contatti tra gli animali selvatici e gli insediamenti umani, riducendo i rischi di contagi e malattie.

In particolare, le iniziative che operano nei terreni più danneggiati possono aiutare le donne e le giovani generazioni, che spesso sono le ultime categorie a ricevere aiuti in tempi di crisi. A sostenerlo è il Segretario Esecutivo Ibrahim Thiaw, che sottolinea anche la necessità di ripristinare 800.000.000 ettari di terreni devastati per salvare l’umanità e il nostro pianeta. Si tratta di un obiettivo che i membri delle Nazioni Unite si sono prefissati di raggiungere entro il 2030.

Giornata Mondiale per la lotta alla desertificazione, cos’è la Convenzione delle Nazioni Unite

La Convenzione delle Nazioni Unite per la lotta alla desertificazione è uno strumento internazionale giuridicamente vincolante. Ha il compito di regolare e guidare le azioni volte a contrastare il fenomeno di degrado del territorio e della desertificazione. Opera unendo la protezione ambientale e lo sviluppo socio-economico alla gestione sostenibile del territorio e del suolo. È una delle tre convenzioni ONU sull’ambiente, dette “Convenzioni di Rio”, assieme alla Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (UNFCCC) ed alla Convenzione sulla diversità biologica (CBD).