Giallo sul lago di Garda: un morto e un disperso

Giallo sul lago di Garda, alle prime luci dell’alba di domenica è stato rinvenuto il cadavere di un uomo sulle sponde bresciane del lago; era a bordo di una barca, l’ipotesi è che ci sia un’altra persona dispersa, forse una donna stando gli indizi fino ad ora rinvenuti dagli inquirenti.

Nel pomeriggio di sabato un altro incidente ha coinvolto un’altra sponda del lago, dove un ragazzo è morto.

Trovato il corpo di un uomo sulle sponde del lago di Garda

Intorno alle 5 di mattina di domenica 20 giugno, il corpo di un uomo di 35 anni è stato rinvenuto a bordo di una imbarcazione sulle sponde bresciane del lago.

L’uomo era riverso privo di vita a bordo di una imbarcazione arenata tra Salò e San Felice del Benaco, sponda bresciana del lago.

A bordo sono stati rinvenuti anche abiti femminili, il che ha spinto gli inquirenti ad iniziare le ricerche per un’altra persona dispersa. Le generalità dell’uomo non sono ancora note, sul posto sono intervenuti i carabinieri del Nucleo Investigativo di Brescia e la Guardia Costiera.

La barca era danneggiata

Mentre sono in corso le ricerche a tappeto della seconda persona dispersa, sono in corso le indagini per capire cosa sia accaduto. L’imbarcazione sulla quale è stato rinvenuto il 35enne risulterebbe danneggiata; pare danni da urto.

Un ragazzo annegato a Garda

Nel pomeriggio di sabato, un altro incidente sul lago di Garda. Un giovane di 23 anni è caduto in acqua dalla sponda di Campanello a Castelnuovo del Garda, al confine con Peschiera. Mentre i soccorritori cercavano di rianimare il giovane, purtroppo invano, un gruppo di ragazzi ha fatto razzia delle borse e degli zaini abbandonati sulla spiaggia.

Molti bagnanti si trovavano infatti sul pontile ad assistere i soccorritori, è stato in quel momento che la baby gang, che pare stia terrorizzando la zona, abbia deciso di agire rubando gli effetti personali dei bagnanti.