TV e Spettacolo

White Oleander – Oleandro bianco: la trama ed il cast del film in onda questa sera su Rai 3

White Oleander - Oleandro bianco in onda su Rai3 dalle ore 21:20. Leggi la trama, il cast e le curiosità del film con Michelle Pfeiffer.
Bonus Tv 2021 da 100 euro: come funziona e come ottenere il nuovo incentivo senza ISEE

Oggi sabato 26 giugno 2021 Rai3 propone un film drammatico con Michelle Pfeiffer nei panni della protagonista dell’intensa storia. La pellicola White Oleander – Oleandro bianco va in onda a partire dalle ore 21:20. Leggi la trama, il cast e le curiosità del film.

White Oleander – Oleandro bianco: il cast del film di Rai3

White Oleander è un film del 2002 diretto da Peter Kosminsky, ispirato dal romanzo di successo di Janet Fitch.

Il film racconta la drammatica storia di una ragazza di 15 anni, di nome Astrid Magnussen ed interpretata da Alison Lohmanche, che a causa della detenzione in prigione di sua madre Ingrid Magnussen, una artista concettuale, è costretta a passare l’infanzia tra case famiglia ed esperienze cruente che le segneranno per sempre la vita.

Il personaggio di Ingrid è interpretato da Michelle Pfeiffer, attrice statunitense di fama mondiale. La stessa si è imposta all’attenzione internazionale grazie alla pellicola di culto Scarface del 1983, accanto ad un mostro sacro come Al Pacino. L’attrice ha fornito interpretazioni memorabili anche in Le relazioni pericolose, I favolosi Baker ed in Due sconosciuti, un destino.

E ancora le grandissime Renee Zellweger e Robin Wright.

White Oleander – Oleandro bianco: la trama della pellicola

Astrid è una ragazza che vive felicemente con la madre Ingrid, una splendida donna che fa la poetessa e l’artista concettuale che però soffre di un disturbo borderline della personalità. La donna conosce un uomo di nome Barry e se ne innamora intensamente, portandolo anche nella vita di sua figlia.

L’uomo però porta solo dolore nella vita della donna che rimane negativamente colpita dalla rottura del loro rapporto voluta dall’uomo.

Così. in preda alla follia, decide per vendetta di uccidere l’uomo attraverso un infuso a base di oleandro, che è anche il suo fiore preferito.

Le autorità scoprono il suo atto atroce e la condannano all’ergastolo segregandola per sempre in prigione e lasciando di fatto la figlia da sola. Così la giovane finirà sballottolata da una casa famiglia all’altra ed anche da una famiglia affidataria all’altra segnando irreparabilmente la sua vita.

Astrid in questa fase della sua vita lunga circa 10 anni farà una serie di esperienze estreme come l’abuso delle droghe, la vicinanza alla religione, gli amori turbolenti e proibiti ed anche il sentirsi per una volta amati per quelli che si è.

Tutte queste esperienze la porteranno fuori strada e le faranno vivere una vita di eccessi che però non le farà mai dimenticare sua madre, alla quale scrive delle lettere dove si racconta e la rende partecipe.

Potrebbe interessarti