bonus condizionatori, tutti i dettagli

Mentre le temperature aumentano in tutta Italia, la Legge di Bilancio avvia il “bonus condizionatori” che prevederà uno sconto fino al 65% per l’acquisto di un nuovo condizionatore, senza limiti di Isee. Come fare per richiedere il bonus e chi ne ha diritto?

Bonus condizionatori 2021, che cos’è

Il bonus condizionatori è un’agevolazione fiscale pensata per chi intende sostituire un vecchio impianto con uno a pompa di calore o a risparmio energetico. Tale incentivo è compreso nel bonus mobili, cioè prevede una detrazione Irpef del 50% sull’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici almeno di categoria A+, per arredare un immobile in ristrutturazione.

Sarà valido fino a 31 dicembre 2021 e potrà essere richiesto da chi:

  • installi un apparecchio appartenente alla classe energetica A+;
  • acquisti un nuovo apparecchio, accertando un effettivo risparmio energetico;
  • sostituisca un vecchio apparecchio con un nuovo impianto a pompa di calore, per la climatizzazione invernale ed estiva. Se il nuovo apparecchio appartiene a una classe energetica superiore, l’incentivo può arrivare al 65%. L’importo massimo detraibile è 46.154€ e sarà suddiviso in 10 rate annuali.

L’Agenzia dell’Entrate precisa che l’acquisto del nuovo condizionatore può non essere vincolato a dei lavori di ristrutturazione, ma dovrà essere inserito almeno in un intervento di manutenzione straordinaria.

Bonus condizionatore 2021, chi può ottenerlo

Il bonus condizionatori non è legato a limiti di Isee e, fino al 31 dicembre 2021, potranno richiederlo:

  • persone fisiche;
  • partite Iva;
  • condomini;
  • istituti autonomi per le case popolari;
  • cooperative di abitazione a proprietà indivisa;
  • proprietari dell’immobile;
  • locatori con regolare contratto di affitto;
  • soggetti che hanno l’usufrutto o il comodato d’uso dell’immobile e sul quale sostengono le spese;
  • familiari conviventi del proprietario dell’immobile.

Bonus condizionatori 2021: come fare per richiederlo

Le spese sostenute per installare, acquistare o sostituire il nuovo condizionatore dovranno essere dichiarate nella compilazione della denuncia dei redditi con il modello unico del 730. In questo modo si avrà diritto all’agevolazione prevista dal bonus, che si potrà ottenere anche come sconto immediato. In questo caso però le spese dovranno essere pagate tramite:

  • pagamento rateale tramite finanziamento
  • bonifico bancario ordinario o postale
  • bonifico parlante

L’acquisto e l’installazione non potranno dunque essere pagati con Carta di credito, Bancomat, assegni o contanti.

L’Iva è fissata al 10%, mentre l’aliquota viene applicata sulla differenza tra valore totale del servizio e il costo dell’impianto.