due donne trovate morte nel Milanese

Tragico epilogo per due donne di 28 e 32 annii scomparse dalla mattinata di ieri nel Milanese: entrambe sono state trovate morte in un campo di mais, diverse ore dopo una telefonata disperata al 112 in cui una di loro, secondo quanto si apprende, avrebbe lanciato un disperato allarme prima che la linea si interrompesse senza consentirne l’immediata localizzazione.

Due donne trovate morte in un campo di mais, l’ultima chiamata prima del dramma

Le vittime, secondo quanto riportato da Adnkronos, sono due donne di 28 e 32 anni di origini marocchine trovate senza vita intorno alle 20 di oggi in un campo di mais, all’esito delle ricerche scattate dopo una telefonata allarmante fatta da una di loro al 112.

Una chiamata che sarebbe partita ieri mattina, intorno alle 11.30, e in cui la giovane, in lingua araba, avrebbe riferito di essere stata investita da una mietitrebbia, nei pressi di San Donato Milanese, insieme a un’amica. La donna avrebbe fatto in tempo a riferire che questa era già deceduta e che lei aveva riportato gravi ferite, prima che la linea si interrompesse – il cellulare sarebbe poi diventato definitivamente irraggiungibile – senza permettere ai soccorritori di conoscere le loro generalità e una indicazione precisa per rintracciarle.

Aiuto, siamo state investite da una trebbiatrice, la mia amica è morta e io sono ferita“: sarebbero queste le ultime parole prima del silenzio sfociato in tragedia.

Due donne trovate morte nel Milanese dopo ore di ricerche

Secondo quanto emerso, i cadaveri sarebbero stati scoperti dai Vigili del fuoco dopo ore di ricerche, avviate immediatamente dai Carabinieri della Compagnia di San Donato Milanese. Sui corpi sarebbero presenti segni compatibili con l’investimento da parte di un mezzo pesante come quello indicato da una delle due vittime nella telefonata, una mietitrebbia, che al momento non sarebbe stato trovato.

Impegnati anche elicotteri del 118 e del secondo nucleo elicotteri Carabinieri di Orio al Serio. Dopo l’allarme registrato dal 112, sarebbe scattata anche l’attivazione del piano di ricerca di persone scomparse, purtroppo inutile davanti al drammatico epilogo.