due alpiniste assiderate sul monte rosa

Tragedia in alta montagna, dove nella tarda serata di ieri sono state ritrovate assiderate due alpiniste che avevano dato l’allarme: nulla da fare per loro, gravi le condizioni di un terzo amico che aveva partecipato alla scalata della Piramide Vincent, a oltre 4.000 metri di quota. Il gruppo è rimasto bloccato a causa del maltempo.

Monte Rosa, morte assiderate due alpiniste bloccate dal maltempo

Secondo quanto riportano le fonti, l’allarme è stato lanciato nel pomeriggio di ieri. Due donne di 29 e 28 anni, assieme ad un amico di 27, erano partite in mattinata per l’ascensione della Piramide Vincent, sul Monte Rosa.

Dopo aver raggiunto la vetta, nel pomeriggio, i problemi: sulla zona è iniziata una bufera che ha reso impossibile per loro tentare la via del ritorno. Hanno dato l’allarme e sono stati raggiunti prima dall’elicottero del Soccorso alpino valdostano. Tuttavia, le condizioni meteorologiche hanno reso impossibile recuperarli.

A questo punto sono intervenute le guide alpine: dal rifugio Mantova sono partite a piedi per raggiungere i 3, rintracciati attorno alle 9 di ieri sera. Sfortunatamente, viene riportato, era già troppo tardi per una delle donne, morta pochi minuti dopo l’arrivo dei soccorsi. L’amica, invece, è stata portata al rifugio Mantova ma anche per lei sono stati vani i tentativi di rianimazione.

Alpiniste morte assiderate: gravi danni per il sopravvissuto

Ancora in pericolo il terzo alpinista assieme alle due donne morte assiderate sul Monte Rosa. L’uomo è stato portato con l’elicottero di Air Zermatt in Svizzera: secondo le fonti, l’uomo avrebbe riportato gravi danni da congelamento ad entrambe le mani. Non si conoscono le sue attuali condizioni di salute dopo l’intervento di soccorso. Alle operazioni, svoltesi in condizioni estreme per le condizioni meteo, hanno partecipato i tecnici del Soccorso Alpino Valdostano, i soccorritori di Alagna e gli uomini del Soccorso alpino della Guardia di finanza di Cervinia.

Ansa riporta le generalità delle due vittime e del sopravvissuto. Si tratta di un gruppo di amici proveniente dal vicino Verbano Cusio Ossola per una giornata in montagna. Le due donne sarebbero la 29enne Martina Svilpo di Crevoladossola (Verbania), la 28enne Paola Viscardi di Trontano (Verbania) e Valerio Zonna, 27enne di Pettenasco (Novara).