Giornalista vittima di un agguato in strada

Un giornalista è rimasto vittima di un agguato in strada, in pieno centro ad Amsterdam. L’ipotesi è che se si sia trattato di una agguato mirato dato che il giornalista è un volto noto nei Paesi Bassi per le sue inchieste contro la criminalità organizzata. La polizia avrebbe già arrestato tre persone.

Agguato ad un giornalista ad Amsterdam

Si chiama Peter R. de Vries, è lui il giornalista rimasto gravemente ferito in un agguato in pieno centro ad Amsterdam, mentre si trovava nel distretto di Lange Leidsedwarsstraat. Al momento è ricoverato ingravi condizioni in ospedale.

Quella che cha coinvolto il giornalista è stata una vera e propria imboscata, era infatti proprio lui il bersaglio dell’agguato.

Stando a quanto riferito dai media locali, de Vries è stato raggiunto da almeno cinque colpi di pistola, sparati da un’auto che poi si è data alla fuga lasciando il giornalista a terra quasi esanime e in un lago di sangue.

Fermate tre persone per l’agguato al giornalista

A bordo dell’Audi fuggita subito dopo l’imboscata c’erano due persone. Sono stati raggiunti dalle forze di polizia in autostrada, mentre il terzo è stato individuato in un appartamento. Al momento la polizia non ha reso noto l’identità degli uomini fermati né il movente, l’ipotesi è che l’agguato al giornalista sia legato alle sue inchieste contro il crimine organizzato.

In un video condiviso da un utente su Twitter, le immagini dell’arresto delle persone a bordo dell’Audi, fuggita dopo l’agguato.

Come sta il giornalista vittima dell’agguato

Le condizioni di Peter R. de Vries, il giornalista rimasto vittima dell’agguato, il Corriere della Sera ha riportato le parole di un collega, Vincent Verwejj: “Le condizioni del ferito sono molto gravi, siamo scioccati. Negli ultimi anni Peter ha lasciato il giornalismo investigativo, ora lavora per uno studio di avvocati insieme al figlio“.

Al momento sta lottando per la vita” ha fatto sapere il sindaco di Amsterdam. Pare però che de Vries abbia preso parte ad un processo come consigliere di un pentito.

Quanto accaduto al giornalista olandese, rimasto vittima di un agguato ad Amsterdam, sembra però essere la conclusione di un lungo percorso di minacce ed intimidazioni subite nel corso degli anni. La causa sarebbe da identificare proprio nella sua lunga carriera come giornalista investigativo che per anni ha seguito il sistema della criminalità organizzata olandese.

Nel 2019 de Vries aveva condiviso con i suoi follower di aver saputo di essere finito nella lista nera di un criminale latitante.

Intanto il governo si è attivato per un vertice con il ministro della giustizia e l’agenzia nazionale per la sicurezza e l’antiterrorismo, per fare il punto della situazione.