Si può prendere il sole dopo il vaccino? La risposta degli esperti

Con l’arrivo della bella stagione e la progressiva riduzione dei contagi di Coronavirus, il mondo intero sta cercando di tornare ad una nuova normalità. Molte persone hanno programmato o stanno pensando alle vacanze e, in ogni caso, si cerca di stare all’aria aperta il più possibile. Ma possono esserci problemi per chi si espone al sole dopo aver fatto il vaccino? La parola agli esperti.

Dopo il vaccino si può prendere il sole?

Il sito anti fake-news Dottore, ma è vero che…? della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri (FNOMCeO) ha deciso di fare chiarezza sulla questione.

Nelle scorse settimane infatti erano circolate notizie contrastanti su diverse testate che avevano fatto insorgere ulteriori dubbi tra l’opinione pubblica.

L’affermazione “Per chi è guarito da Covid-19 o è stato vaccinato è bene aspettare alcune settimane prima di esporsi al sole”, chiarisce il portale, “si riferisce ai pazienti che hanno sviluppato manifestazione dermatologiche della malattia”. 

Orticaria, geloni, varie forme di esantema e rossori sono infatti alcuni degli effetti collaterali che il vaccino anti SARS-CoV-2 può dare. “Il loro consiglio, del tutto ragionevole, è di evitare di esporre all’azione irritante del sole una pelle già infiammata.” Ma quello che sottolineano gli esperti è comunque che la raccomandazione non riguarda tutti coloro che, dopo il vaccino, non hanno sviluppato eruzioni cutanee e febbre.

L’interazione tra vaccini e sole

I timori rispetto alla possibilità di esporsi al sole dopo aver ricevuto il vaccino tuttavia non sono del tutto infondati. Da decenni infatti il mondo della medicina sta studiando l’interazione del sole con i vaccini. Seppur con dati contraddittori e prove piuttosto deboli, esiste l’ipotesi che il sole possa in qualche modo indebolire la risposta immunitaria che il vaccino inoculato dovrebbe suscitare nell’organismo.

Su questa tesi ad oggi si sta ancora indagando e, proprio per questo motivo, è ancor più utile seguire scrupolosamente il principio di buon senso. 

Un’esposizione al sole consapevole

Le raccomandazioni per un’esposizione al sole consapevole sono chiare e valgono per tutte le persone, che siano appena vaccinate o meno. Ci vuole gradualità e protezione. Chiunque dovrebbe utilizzare creme e filtri solari con un fattore che sia almeno di 15 SPF ed evitare un’esposizione al sole troppo prolungata, specie nelle ore più calde del giorno.

Sulla base di questi principi dunque è evidente che la notizia rimbalzata (e fraintesa) sui giornali nelle settimane scorse acquisisca un significato molto più ragionevole. E per chi avesse letto anche della necessità di assumere degli integratori per bocca dopo il vaccino Dottoressa è vero che…? chiarisce: “L’uso di integratori per bocca, invece, ai fini della protezione dai raggi ultravioletti non ha finora dimostrato efficacia né è raccomandato dalle principali società scientifiche internazionali”. Cautela dunque, ma anche serenità.