Matteo Berrettini campione di tennis in finale a Wimbledon

Matteo Berrettini è il tennista italiano dei record, a soli 25 anni ha portato in alto l’onore del tennis italiano qualificandosi per la finale del torneo di Wimbledon contro il campione del mondo Novak Djokovic. Il suo percorso in uno dei più prestigiosi tornei del mondo lo ha portato a sfidare i più forti e a trovarsi in finale, oggi, domenica 11 luglio.

Matteo Berrettini: la passione per il tennis nata da piccolo

Matteo Berrettini è un tennista romano di 25 anni, classe 1996 ha iniziato il suo percorso nel tennis fin da giovane, scoprendo questa passione grazie al fratello minore Jacopo. Inizia così il suo lungo percorso che lo ha portato ad essere il primo italiano ad approdare in finale a Wimbledon.

Il primo incontro nel circuito professionistico vinto da Matteo Berrettini è nel 2015 al Futures Turkey F11 contro il tennista serbo Miki Jankovic. Un anno dopo un infortunio ferma momentaneamente la sua carriera, ma solo dopo aver concluso la stagione piazzandosi nella posizione 435 nell’ATP.

L’ascesa di Matteo Berrettini

Tra il 2017 e il 2020, Matteo Berrettini inizia la sua ascesa nel mondo del tennis, arrivando alla top 300 dell’ATP e giocando agli internazionali d’Italia aggiudicandosi l’ingresso nel circuito ATP.

L’ascesa continua e Matteo Berrettini arriva prima alla posizione 135 per poi entrare nella top 100 con le vittorie alla Challenger di Bergamo e ai risultati ottenuti nella Masters 100.

Con il Roland Garros di Parigi la sua posizione sale ancora, arrivando al numero 80, entra di diritto nei tornei di Wimbledon, ATP World Tour 250 e gli US Open conquistando la 54esima posizione mondiale. Un’ascesa costante e Berrettini non sembra intenzionato a fermarsi nemmeno quando, nel 2019, una distorsione alla caviglia gli ha impedito di prendere parte al torneo 1000 Masters di Montreal.

Arrivando al 2021, Matteo Berrettini raggiunge la posizione 9 nella classifica ATP, dopo aver conquistato Masters 1000 a Madrid diventando il primo italiano a conquistare la finale e poi ancora, gli Internazionali d’Italia, dove in finale perde contro Zverev.

Un sogno realizzato, la finale a Wimbledon contro Djokovic

Ho affrontato momenti difficili, ho dovuto ingoiare bocconi amari perché c’era chi non apprezzava quello che stavo facendo. Adesso mi godo questa vittoria, consapevole del fatto che posso andare ancora avanti”, così Matteo Berrettini ha commentato le sue vittorie a Wimbledon, a 25 anni è già da recordo, essendo il primo italiano ad approdare alla finale.

Un risultato guadagnato battendo al quarto set il polacco Hubert Hurkacz travolto dal tennista italiano già dopo il primo set.

Nonostante un momento di difficoltà, Matteo Berrettini ha reagito perché sapeva che la vittoria era sua: “Quando si gioca a questi livelli io cerco di essere al meglio dal punto di vista mentale e tattico. Dopo il terzo set, che mi sembrava di meritare di vincere, mi sono detto che dovevo reagire e alla fine il risultato è arrivato“. Non è stata la prima volta per Berrettini a Wimbledon: “Ricordo la prima volta su questo campo due anni fa contro Roger Federer, non è stata la stessa cosa, mi sono divertito lo stesso anche perdendo, quella partita però mi ha aiutato ad essere qui oggi.

(…) Sarà una grande giornata, -ha detto in riferimento alla finale- spero di andare ancora meglio. Porto con me la bandiera dell’Italia, devo crederci”.

Anche la fidanzata di Berrettini è tennista

Matteo Berrettini è fidanzato con Ajla Tomljanovic, anche lei tennista e figlia di un giocatore di pallamano. Ha conosciuto Matteo Berrettini a Wimbledon nel 2019. È stato amore a prima vista per il campione italiano, che ha fatto di tutto per conquistarla e, come lui stesso ha detto in passato, “Non è stato facile“.

In un’intervista a SkySport i due hanno parlato del loro rapporto di coppia; parlano tra loro in inglese ma “Quando litighiamo io parlo in italiano” ha detto Berrettini.

Ajla Tomljanovic ama profondamente l’Italia in tutta la sua cultura e bellezza, ed è particolarmente fan della cucina italiana. I due sono considerati la coppia più bella del tennis.