ambulanza

Un bimbo di appena 6 anni è morto nella piscina di una struttura ricettiva a Città di Castello. Il piccolo era lì perché stava frequentando un campo estivo, come capita a moltissimi bambini in questo periodo dell’anno. Sul posto sono immediatamente arrivati i soccorsi chiamati dagli adulti che erano presenti. Sembra che il personale sanitario abbia tentato per più di un’ora di rianimare il bimbo, senza però riuscirci.

Le cause della morte del piccolo ancora da chiarire

Stando a quanto riporta La Nazione i sanitari del 118 avrebbero classificato il decesso come un “sospetto di annegamento“, ma le circostanze sono ancora da chiarire.

Il piccolo potrebbe aver avuto un malore che avrebbe causato una caduta in acqua dal bordo piscina, ma anche l’ipotesi che il piccolo si sia tuffato senza poi riuscire a nuotare resta sul tavolo. Saranno quindi le indagini in corso da parte dei carabinieri e soprattutto l’autopsia a stabilire cosa sia successo.

Il piccolo era il figlio di Davide Ciampelli, allenatore di calcio

Poco più tardi si è scoperto che il bambino di 6 anni era il figlio di Davide Ciampelli, allenatore di calcio. In moltissimi nel mondo dello sport si sono stretti intorno al mister e al dolore della famiglia.

L’AC Perugia Calcio si stringe attorno a Davide Ciampelli, ex tecnico biancorosso, per la prematura ed improvvisa scomparsa del figlio di 5 anni“, si legge sul sito del Perugia Calcio. Non solo, su Facebook si legge il commosso messaggio dell’ASD Calcio Atletico Ascoli: “L’Atletico Ascoli si stringe attorno al mister del Porto d’Ascoli Davide Ciampelli per la tragica scomparsa del piccolo Gianmaria. La Società e tutti i suoi componenti esprimono le più sincere condoglianze e un grande abbraccio alla famiglia per questo profondo momento di lutto“. In moltissimi hanno lasciato dei commenti di vicinanza sulla pagina Facebook del Porto d’Ascoli Calcio.