Claudio Bisio positivo al Covid: l'attore lo annuncia su Instagram

Canale 5 per la prima serata di mercoledì 21 luglio propone il gradito ritorno di una delle commedie italiane più apprezzate degli ultimi anni. Torna sula rete ammiraglia Mediaset il film Benvenuti al Sud, fortunato primo capitolo della saga interpretata tra gli altri dal duo Claudio Bisio e Alessandro Siani. Leggi la trama ed il cast del film che va in onda a partire dalle ore 21:30.

Benvenuti al Sud: il cast della pellicola in onda su Canale5

Benvenuti al Sud è un film del 2010 diretto da Luca Miniero, il regista che ha curato anche il secondo capitolo della divertente saga dedicata agli stereotipi tipici nati dalla differenza tra il Nord ed il Sud.

La pellicola è da considerarsi un remake del film francese del 2008 Giù al Nord, vero e proprio caso mediatico come lo è stato questo lavoro nel nostro Paese.

La versione italiana ripercorre per larghi tratti gli stilemi di questo film francese aggiungendo ovviamente nella trama tutte le situazioni stereotipiche italiane che lo hanno reso un prodotto da ridere di successo. La commedia racconta le vicende di un direttore delle Poste di nome Alberto Colombo, interpretato dall’attore milanese Cludio Bisio, che si intrecciano con un gruppo di addetti di uno sportello postale del sud Italia nel Cilento.

Sarà Alessandro Siani, nei panni di Mattia Volpe, ad accogliere al sud il personaggio di Bisio insieme agli amici Maria Flagello, l’attrice Valentina Lodovini, Nando Paone che interpreta il personaggio di Costabile piccolo mentre invece Giacomo Rizzo veste i panni di Costabile grande. Da notare anche la partecipazione di Angela Finocchiaro nei panni della moglie di Bisio.

Benvenuti al Sud: la trama del film

Alberto Colombo è il direttore di una filiale delle Poste Italiane che vorrebbe tanto essere spostato in un ufficio a Milano. Il suo sogno però si infrange contro la graduatoria che lo vuole secondo dietro ad un collega disabile che ne aveva più diritto.

Nel tentare anche lu di guadagnare punti in graduatoria, finge una disabilità per essere trasferito a Milano ma viene smascherato e mandato bensì al Sud nella piccola città di Castellabate, sperduto borgo nel Cilento. Arrivato al Sud fa uscire il peggio che è in lui con tutti gli stereotipi tipici del Nord contro il Sud ma non ci metterà poco ad amare quella gente e quel posto dando corpo al detto che “quando vai al sud piangi due volte: una quando arrivi e l’altra quando vai via”.