Sai che...

Napoli, le dieci imperdibili cose da vedere se si va in vacanza nel capoluogo partenopeo

Napoli ha mille segreti e mille luoghi magici da visitare, ma il tempo durante le vacanze è sempre poco e le cose da fare sono invece tante
Dieci cose da vedere a Napoli

Napule è mille culure, cantava Pino Daniele. Ma aggiungerei alle parole del maestro, è anche mille profumi e tradizioni. Non gli diamo solo il merito della pizza, ma anche le bellezze della città partenopea sono assolutamente da aggiungere alla lista di borghi italiani da visitare.

Una settimana sarebbe perfetta per assaporare ogni angolo della città, ma anche in qualche giorno se ben organizzati si può visitare le principali attrazioni custodite tra i quartieri.

Napoli, la meravigliosa città partenopea

Ogni città ha le sue bellezze e le sue criticità.

Napoli è l’esempio di questo connubio, che include la parte più caotica della città partenopea con quella più silenziosa delle viuzze centrali. Da turisti bisogna sempre sapersi muovere bene tra i quartieri più affollati evitando quelli meno trafficati, viaggiando leggeri e con il minimo indispensabile. Se non avete la minima idea di dove partire alla scoperta di questo splendido borgo campano, ecco quali sono i luoghi imperdibili di Napoli, dai musei alle chiese, concludendo con le vie più in voga della movida e dello shopping.

Spaccanapoli: l’arteria del capoluogo campano

Un’imperdibile tappa per le vostre vacanze a Napoli 2021 è sicuramente lo Spaccanapoli. Un nome curioso che indica la via principale della città, che connette i Quartieri Spagnoli fino a Forcella. Una delle grosse arterie del centro storico, dove è possibile passare in poco tempo dalle vie dello shopping come Via Toledo fino ad attraversare i quartieri più popolari e poveri.

Nel cammino troverete un districarsi di botteghe tipiche del posto, che hanno accolto negli anni artigiani di tutti i tipi: dai maestri orafi alle sarte.

Poi non possono mancare locali e ristoranti, che vi investiranno con inebrianti profumi, dalla pizza alla mozzarella di bufala, poi babà, gelati artigianali, struffoli e molto altro. Un’altra doverosa tappa sono i Quartieri Spagnoli nominati prima, famosi per le bandiere e le romantiche scritte che hanno impreziosito negli anni la via centrale

La Cappella di Sansevero: le bellezze di Napoli

Passiamo ora alla parte artistica di Napoli. Ci sarebbe una lista infinita di luoghi da visitare per onorare al meglio il patrimonio culturale della città, ma senz’altro tra le principali mete rientra La Cappella di Sansevero.

L’entrata è a pagamento, il prezzo si aggira tra i 5-10 euro, ma all’interno potrete ammirare uno dei capolavori di Giuseppe Sanmartino, il Cristo Velato.

Per gli appassionati di arte non servono presentazioni, ma questa scultura è un vero e proprio gioiello in marmo, tanto da essere stato apprezzato da altri artisti di grosso calibro, come Antonio Canova. Vale dunque la pena trascorrere qualche ora all’interno della Cappella di Sansevero, godendosi le meravigliose sculture che contornano il luogo sacro

Basilica di San Francesco di Paola e Palazzo Reale

Nel centro della città napoletana, ubicati in Piazza Plebiscito troviamo due edifici imponenti quanto importanti.

Da una parte, la Basilica di San Francesco di Paola, maestosa all’esterno ed altrettanto magnifica all’interno. L’ingresso è gratuito ed è aperta solo in alcune fasce orarie della giornata.

Mentre davanti troviamo il Palazzo Reale, all’interno raccoglie secoli di storia nell’ala più antica del palazzo, mentre un’altra area è stata adibita a biblioteca nazionale. Stavolta il ticket è a pagamento, per i giovani fino ai 24 anni al costo di 3€, mentre per gli adulti aumenta a 6€.

Gli affascinanti sotterranei di Napoli

Quarta tappa imperdibile per gli amanti della storia, sono i sotterranei di Napoli.

Per scendere nelle tenebre della città, basterà raggiungere Piazza San Gaetano e, dopo aver pagato l’ingresso di10 euro, avventurarsi già da una ripida scalinata che vi farà raggiungere in poco tempo 40 metri sottoterra. Il luogo ovviamente è molto angusto e buio, i tunnel sono altrettanto stretti (circa 70 cm di larghezza) e le visite vengono guidate dalla fievole luce di una candela, quindi per quanto possa essere affascinante come meta valutate bene nel caso in cui il buio e gli spazi chiusi non vi fanno sentire a vostro agio.

Il Duomo di Napoli, l’edificio cardine della città

Il Duomo di Napoli, anche conosciuto come Cattedrale di Santa Maria dell’Assunzione è uno dei più importanti luoghi del capoluogo campano. In particolare, i cittadini partenopei sono legati a questo edificio perché all’interno è presente la Cappella del Tesoro, all’interno della quale è custodita l’ampolla con il sangue di San Gennaro, patrono della città. L’ingresso è gratuito, dentro si potranno apprezzare le tre possenti navate e i numerosi affreschi e decorazioni in stile gotico, barocco e neogotico.

La Basilica di San Domenico Maggiore

Altrettanto meravigliosa e affascinante è la Basilica di San Domenico Maggiore. Se dall’esterno, come il Duomo, la Basilica può sembrare spoglia, l’interno vi catturerà con la sua autentica bellezza. Enorme e imponente, la navata centrale spazia dal color oro a quello bianco, mentre ai lati troverete le numerose cappelle sfoggiare splendidi affreschi e sculture.

La visita è gratuita, ma se volete conoscere ogni dettaglio di questo maestoso tempio sacro, potrete fare un tour guidato al costo di 5 euro. In questo modo, potrete proseguire la visita fino alle stanze del monastero, dove soggiornano diversi monaci tra cui San Tommaso d’Acquino.

Il Museo Archeologico Nazionale di Napoli

Proprio a due passi da Napoli si trovano gli scavi di Pompei, che meriterebbero un’altra doverosa visita per la loro importanza e affascinante storia. Ma se non aveste modo di andarci, c’è una valida alternativa per scoprire comunque le bellezze archeologiche che giacevano tra i reperti di Ercolano e Pompei, distrutte e seppellite dall’eruzione del Vesuvio nel 79 d.C. In piazza Museo, troverete il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, che raccoglie la storia e la collezione dei reperti recuperati, ma include anche uno spazio dedicato alla cultura egizia e ai pezzi storici di edifici e palazzi antichi romani. Anche in questo caso l’ingresso è a pagamento, circa 15 euro per adulto

Lo shopping a Napoli: Via Toledo

Come in tutte le più grandi e importanti città che si rispetti, anche nel capoluogo campano c’è una via dedicata ai negozi e boutique di alta moda, perfetta per far rifornimento estivo di abiti e scarpe delle marche più svariate. Via Toledo: è lei la strada da seguire se gli acquisti sono il tuo tallone d’Achille. Molto vicino alla fermata della metro, questa via collega Piazza Trieste e Trento con Piazza Dante, in pieno centro storico napoletano. Mentre a meno di 1 km da Via Toledo, potrete abbracciare un’altra chicca di Napoli.

Galleria Umberto I

La Galleria Umberto I è tra le più belle e famose gallerie d’Italia, molto simile a quella milanese di Vittorio Emanuele II. Appena entrati nella galleria potrete lasciarvi meravigliare dalla bellissima cupola in vetro che la sovrasta, mentre nei 4 corridoi che si incrociano nella parte centrale della galleria, sono esposte splendide statue e affreschi. Qui troverete bar e ristoranti chic nella parte inferiore, mentre quella superiore è riservata principalmente ad uffici e spazi commerciali.

L’imponente e affascinante Vesuvio

Imperdibile e magico, non si può che concludere le vacanze a Napoli visitando l’imponente Vesuvio. Tutto l’anno si possono fare visite al cratere del vulcano, anche se si consiglia di aspettare la bella stagione per via delle condizioni meteorologiche. Luglio e agosto sono quindi due mesi perfetti per prendersi un pomeriggio di tempo e farsi guidare in un tour organizzato verso le bellezze di questa montagna, al prezzo di 10 euro.

Potrebbe interessarti