Cronaca dal Mondo

Paura sulla Stazione Spaziale Internazionale. Accensione incontrollata dei motori la fa ruotare

Persi per diversi minuti i contatti con i 7 membri dell'equipaggio
La stazione spaziale internazionale ruota di 45 gradi

Attimi davvero concitati sulla Stazione Spaziale Internazionale, un’accensione imprevista e incontrollata dei motori del modulo russo appena attraccato ha causato una rotazione dell’intera struttura.

Il nuovo modulo russo Nauka è arrivato alla Stazione Spaziale Internazionale nella tarda giornata di giovedì, dopo essere partito lo scorso 21 luglio da Baikonur, Kazakistan, portando con sé il braccio robotico europeo (ERA). Il modulo, che pesa circa 23 tonnellate, espleterà la funzione di laboratorio, ma contiene anche posti per dormire oltre a quelli adibiti allo svolgimento di attività di laboratorio.

Le operazioni di aggancio, condivise sui profili social di NASA e ISS, sono avvenute alle 15.40 ora italiana.

Paura sulla Stazione Spaziale Internazionale

Tutto è iniziato intorno alle 18.40 (ora italiana), circa tre ore dopo l’attracco del nuovo modulo russo Nauka – Multipurpose Laboratory Module, un’improvvisa accensione dei motori del modulo ha dato una spinta propulsiva così forte da far sì che la Stazione Spaziale Internazionale ruotasse di circa 45° con un ritmo di circa mezzo grado al secondo.

Le comunicazioni con l’equipaggio a bordo sono saltate per diversi minuti. Al momento, a bordo della Stazione Spaziale Internazionale ci sono 7 membri dell’equipaggio. Sono ignote le cause che hanno portato a questo fenomeno anomalo; gli esperti stanno analizzando i dati per trovare una spiegazione.

Ripristinata la situazione sulla Stazione Spaziale Internazionale

Ci sono voluti 45 minuti per riportare la Stazione Spaziale Internazionale in posizione, nessuno dei 7 membri dell’equipaggio ha riportato ferite e, è stato specificato, è mai stato concretamente in pericolo.

Le attività sono riprese regolarmente secondo l’ordine del giorno. L’ESA ha voluto tranquillizzare affermando che sì, si è trattato di un evento inaspettato, ma perfettamente gestibile. Come riferito da Bernardo Patti, in passato responsabile ISS per l’Agenzia Spaziale Europea e ora responsabile del Programma Esplorazione ESA a TgCom24: “È stato certamente un incidente inaspettato ma non possiamo definirlo grave, piuttosto ‘indesiderabile’. In nessun momento c’è stato un reale pericolo di vita per l’equipaggio a bordo della Stazione Spaziale“.

Il video dell’atterraggio del modulo Nauka

Potrebbe interessarti