Cronaca Italia

Violenza sessuale di gruppo su una minorenne: indagati 5 giovani nella provincia di Mantova

5 indagati e altrettante misure cautelari nell'ambito delle indagini su una presunta violenza sessuale di gruppo ai danni di una minorenne
Violenza sessuale di gruppo a Mantova

Violenza sessuale di gruppo su una minorenne nel Mantovano: sarebbero 5 i giovani indagati nell’ambito delle indagini su un presunto caso di stupro denunciato a Suzzara, di età compresa tra i 20 i 23 anni. A loro carico sarebbero scattate altrettante misure cautelari all’esito degli accertamenti condotti dagli inquirenti. Per 2 dei ragazzi accusati sarebbe stato disposto l’arresto.

Violenza sessuale di gruppo su una minorenne: 5 indagati nel Mantovano

I provvedimenti riguarderebbero 5 ragazzi tra i 20 ed i 23 anni, riporta Ansa, attualmente indagati per il reato di “violenza sessuale di gruppo aggravata, commesso nei confronti di una ragazza minorenne domiciliata nel Cremonese“, secondo quanto comunicato dalla Questura di Mantova.

Al momento, stando alle informazioni finora emerse sulle indagini, 2 si troverebbero in stato di arresto mentre gli altri sarebbero sottoposti a misure di sorveglianza.

La presunta violenza si sarebbe verificata il 18 maggio scorso a Suzzara, nel Mantovano, ma la denuncia sarebbe scattata il 1° giugno. Risalirebbe a quel giorno, riferisce ancora l’agenzia di stampa, l’intervento degli inquirenti presso il pronto soccorso pediatrico di Cremona “dove una giovane ragazza affermava di essere stata violentata circa 2 settimane prima (…)“.

Violenza sessuale di gruppo su una minorenne: la ricostruzione

Secondo il racconto che la presunta vittima avrebbe fatto in merito a quanto le sarebbe accaduto, la violenza sessuale di gruppo sulla minorenne si sarebbe consumata nel corso di una festa all’interno di un’abitazione privata.

Raccolta la denuncia, gli inquirenti avrebbero proceduto a perquisizioni a carico degli indagati e a verifica dell’attendibilità delle dichiarazioni della minorenne, svolgendo indagini di tipo tecnico nel cui corso sarebbero stati acquisiti elementi importanti e riscontri fino alla data del 2 luglio.

L’inchiesta è coordinata dalla Procura della Repubblica di Mantova.

Ansa riporta che 2 dei ragazzi coinvolti sarebbero stati arrestati e condotti presso la casa circondariale di Mantova, mentre per gli altri 3 sarebbe stata disposta la misura cautelare dell’obbligo di dimora con divieto di allontanarsi dal proprio domicilio a partire dalle 20. Le indagini sono state eseguite congiuntamente dalle squadre mobili di Mantova e Cremona.

Potrebbe interessarti