Cronaca dal Mondo

Andrew Cuomo, governatore dello Stato di New York accusato di molestie a 11 donne. Chieste le dimissioni

Sulla vicenda sono intervenuti anche il Presidente Biden e Nancy Pelosi, che chiedono le dimissioni di Cuomo
Andrew Cuomo accusato di aver molestato 11 donne

Si fanno sempre più torbide le acque in cui si trova il governatore dello Stato di New York Andrew Cuomo, accusato di aver molestato sessualmente 11 donne. L’inchiesta è partita lo scorso febbraio, dopo la denuncia di una delle vittime, il cui caso risale al mese di dicembre 2020.

Ad occuparsi della vicenda è la procura generale di Stato nelle vesti di Letitia James, è stata lei ad aprire un’indagine a seguito delle denunce, nominando due legali esterni a guidarla. Andrew Cuomo è l’attuale governatore democratico dello Stato di New York, 63enne figlio di Mario Cuomo, anche lui governatore dal 1983 al 1994.

Come per il padre, anche Andrew Cuomo è al suo terzo mandato che scade il prossimo anno, nel 2022. Il governatore non sta affrontando solo le accuse di molestie, su di lui è in corso anche un altro procedimento giudiziario in merito alle morti nelle RSA dello Stato di New York. Stando alle accuse, la sua amministrazione avrebbe alterato i dati dei decessi per nascondere una politica errata sulla gestione a inizio pandemia. Sarebbe stato concesso ai pazienti residenti nelle case di cura di tornare dopo il ricovero e la guarigione per Covid-19.

Andrew Cuomo accusato di aver molestato sessualmente 11 donne

Un documento di 165 pagine, 179 persone ascoltate, più di 74 mila tra fotografie, mail e documenti dal quale sarebbero emersi comportamenti che Joon Kim, uno dei legali scelti dalla procura generale di Stato per guidare il caso, avrebbe definito “Parte di uno schema generale“.

Questo il caso Andrew Cuomo, ovvero le accuse di molestie fatte all’attuale governatore dello Stato.

Giorni fa il governatore è stato convocato in procura ed interrogato per almeno 11 ore, terminate con la formulazione dell’accusa di molestie sessuali e di aver creato un clima di paura e intimidazione nel luogo di lavoro.

Tutte le accuse di molestie a Cuomo

Sono 11 le donne che hanno denunciato Andrew Cuomo per molestie sessuali, alcune sono rimaste anonime, ma tutte sono state pubblicate dal New York Times e altri media statunitensi.

  • Lindsey Boylan: è stata la prima a denunciare nel dicembre 2020. Ex assistente lo ha accusato di molestie sessuali e di aver creato un ambiente lavorativo tossico parlando di diversi anni di interazioni poco confortevoli che l’hanno spinta alle dimissioni nel 2018. Nella sua denuncia, Boylan ha accusato Cuomo di averla forzata baciarlo durante un incontro, di averla paragonata ad una sua ex e di averle chiesto di giocare a strip poker.
  • Charlotte Bennett: ex assistente esecutiva alla salute e consigliera di Cuomo, lo ha accusato di avances sessuali. Cuomo le avrebbe poi detto di essere troppo grande per lui e che si sentiva solo. Alle sue accuse, Cuomo ha risposto pubblicamente affermando che era stata la stessa Bennet a scegliere di lavorare nell’ufficio del governatore perché colpita dalle politiche anti-sessiste di Cuomo. Bennet, secondo Cuomo, è una donna che nasconde un passato difficile e che ha sovrapposto le sue esperienze passate su di lui.
  • Anna Ruch: le sue accuse risalgono agli inizi del 2021, Rauch è stata membro dell’amministrazione Obama e poi ha collaborato alla campagna presidenziale di Biden. Ha raccontato che durante un colloquio ad un ricevimento nuziale, Cuomo le avrebbe posato la mano sul sedere e lei l’avrebbe spostata. A quel punto il governatore le avrebbe messo le mani sulle guance chiedendole se potesse baciarla. Pare che di questa particolare circostanza sia stata fotografata da un amico della donna presente.
  • Anna Liss: collaboratrice di Cuomo tra il 2013 e il 2015, ha raccontato di come Cuomo si appellasse a lei con nomignoli come “Tesoro” e simili, e che in più occasioni ha cercato di toccarle il fondoschiena, mentre una volta le ha fatto il baciamano.
  • Karen Hinton: ha raccontato alla procura un episodio che l’ha vista come protagonista insieme a Cuomo. Un giorno il governatore l’ha convocata in una stanza di hotel e l’avrebbe abbracciata in modo inappropriato. Hinton ha recentemente collaborato per l’avversario politico di Cuomo.
  • Anonima: un altro caso di contatto inappropriato da parte di Cuomo è stato segnalato da una donna rimasta anonima al Times Union di Albany.
  • Jessica Bakerman: ex membro dell’ufficio stampa di Capitol e collaboratrice de Il Politico New York. Le sue accuse, pubblicate sul New York Magazine, sono relative ad un episodio che risale al 2012, quando il governatore l’avrebbe toccata in più punti del corpo e le avrebbe persino messo le mani anche sul petto mettendosi in posa per una foto ad un party. Inoltre, a lungo Bakermann avrebbe subito molestie di tipo verbale.
  • Valerie Bauman: ha denunciato che durante una loro collaborazione tra il 2007 e il 2010 il governatore l’ha spesso umiliata con battute e atteggiamenti sessisti.
  • Alyssa McGrath: sulla stessa linea delle precedenti accuse, McGrath ha raccontato approcci inappropriati da parte di Cuomo e commenti fatti dallo stesso su altre donne.
  • Sherry Vill: ha raccontato che Cuomo le ha baciato le guance di fronte ad alcuni membri di una famiglia la cui casa era rimasta danneggiata in un alluvione. I due erano lì per un’ispezione nel 2017. I baci di Cuomo, ha raccontato Sherry Vill, sono stati irruenti.
  • Anonima 2: un’altra collaboratrice di Cuomo ha raccontato che il governatore ha cominciato a palpeggiarla pesantemente, toccandole anche i seni, in un momento in cui erano in ufficio e lei lo stava aiutando con il telefono.

Il governatore non si dimette e risponde alle accuse

Andrew Cuomo ha riconosciuto le azioni commesse, scusandosi. Durante un conferenza stampa ha detto: “Capisco ora che ho agito in un modo che ha fatto sentire a disagio le persone” aggiungendo però di “Non aver mai toccato nessuno in modo inappropriato“.

Cuomo ha giustificato le sue azioni come baciare e abbracciare i collaboratori affermando che si è trattato del suo modo di congratularsi, anche se consapevole che si tratti di una cosa del tutto inusuale: “Se si sono offese allora vuol dire che è stato sbagliato“. Queste scuse sono arrivate dopo i primi casi di denuncia, ai quali sono seguiti poi gli altri.

Questo non sono io, non lo sono mai stato” ha detto Cuomo in un lungo video pubblicato anche sulla sua pagina twitter.

Dalla Casa Bianca il commento sulle accuse a Cuomo

La carriera politica di Cuomo è appesa ad un filo che sta per spezzarsi. I più noti esponenti dei democratici hanno chiesto le sue dimissioni, che Cuomo insiste a non voler dare. Nancy Pelosi e anche il Presidente Biden sono sulla linea dura; Biden in passato aveva affermato che se l’inchiesta su Cuomo avesse confermato le molestie, avrebbe preso posizione e chiesto le dimissioni. Durante una conferenza stampa sull’andamento della campagna vaccinale, Biden ha risposto a una domanda su Cuomo: “Penso che dovrebbe dimettersi. So che la legislatura dello stato di New York può decidere di sottoporlo ad impeachment, ma non so se succederà. Non ho letto tutti i documenti“.

Potrebbe interessarti