Sai che...

Bari, i 10 posti da visitare in vacanza: dove andare e cosa mangiare nel capoluogo pugliese

La Puglia è da sempre una delle mete più scelte da turisti stranieri ed italiani. In particolare Bari, ha acquistato sempre più notorietà per via delle bellezze racchiuse tra le mura della città ma anche grazie a i meravigliosi posti che si trovano appena fuori dai confini del capoluogo pugliese, come Alberobello. Scopriamo quindi quali sono le 10 cose da vedere e fare assolutamente in vacanza a Bari
Bari puglia

Le vacanze stanno per arrivare e mentre la valigia è già pronta per essere chiusa, la lista per appuntarsi cosa vedere e cosa fare giace indisturbata sulla scrivania. Se si sta cercando sole, mare, buon cibo e tanto divertimento, allora c’è il posto giusto per voi. La Puglia, e più precisamente Bari, una città importante quando rinomata per la sua autentica bellezza. Antico e moderno si intrecciano tra le vie del paese e lasciandovi alle spalle Bari Vecchia potrete raggiungere il lungomare in un batter d’occhio. La città è ricca di meravigliosi posti da visitare, ma quando il tempo è poco si rischia di perdere le attrazioni principali del borgo.

Ci abbiamo pensato noi quindi, a raccogliere le 10 cosa da fare, vedere e mangiare a Bari

Vacanze a Bari: alla scoperta di Bari Vecchia

Per il viaggio a Bari non si può che partire alla scoperta della magnifica Bari Vecchia. Anche conosciuta come quartiere San Nicola, questa parte della città è il vero cuore del centro, dove le antiche costruzioni si intrecciano con i ristoranti e i negozi più moderni. Soprattutto durante l’estate le vie del quartiere si animano di giovani e adulti alla ricerca della movida e della buona cucina, spesso servita in stile street food.

A Bari Vecchia si trovano anche i monumenti più importanti della città, tra cui la Basilica di San Nicola. La Basilica è infatti l’edificio cardine per i baresi, all’interno della quale sono custodite le reliquie di San Nicola, patrono della città, oltre ad ospitare un maestoso altare d’argento e numerose sculture.

Basilica di San Nicola bari
Basilica di San Nicola

Dalla Basilica di San Nicola al Museo Nicolaiano

A pochi passi dalla Basilica si può visitare il Museo Nicolaiano, in cui sono custoditi i tesori di San Nicola.

Ma oltre a trovare i reperti legati alla storia e vita del Santo Patrono della città, il museo ricostruisce parte della storia artistica e religiosa barese, ripercorrendo i primi passi di una civiltà antichissima fino ai tempi più moderni.

Il Fortino di Sant’Antonio e il Molo: dove trovare ottimo pesce fresco

Proseguendo per il nostro tour di Bari Vecchia e imboccando le vie che conducono direttamente al mare, troverete il Fortino di Sant’Antonio. Posizionato in un punto estremamente strategico, l’edificio era utilizzato come torre di controllo per gli assedi nemici.

Oggi per fortuna non troverete nessuna nave rivale all’orizzonte, ma potrete godere di una vista mozzafiato sul mar Adriatico. Ai piedi del Fortino si estende il Molo di Sant’Antonio. Qui, ogni giorno, turisti e abitanti si recano per comprare dell’ottimo pesce fresco, attivo già dalle prime luci dell’alba

Il magnifico castello Normanno-Svevo

I monumenti storici di Bari non sono ancora finiti, perché nel centro della città si erge l’imponente castello Normanno-Svevo. Costruito per volere di Ruggero il Normanno, le sue origini risalgono al XII secolo. Tale fortezza conserva le caratteristiche tipiche dei castelli dell’epoca, con il noto fossato che proteggeva il perimetro del castello e il ponte levatoio su un lato, unico accesso consentito.

Ogni anno sono organizzate all’interno dell’edificio numerose mostre ed eventi di tipo culturale.

I sotterranei di Bari: un viaggio nella storia della città

Abbiamo parlato del castello Normanno-Svevo, tra gli edifici più belli ed importanti della città. Ebbene, per gli appassionati di storia o per i semplici curiosi, sarete contenti di sapere che sotto le fondamenta del castello si nascondono i sotterranei. Da qui, in compagnia di archeologici esperti, potrete procedere verso un tour notturno guidato alla scoperta della parte nascosta nel sottosuolo di Bari.

Qui le guide vi incanteranno ricostruendo pezzo dopo pezzo la storia della città, partendo dai primi insediamenti dell’epoca del bronzo fino ad arrivare al glorioso Impero Bizantino. Il ticket costa 15 euro e generalmente bisogna prenotare con largo anticipo

Corso Vittorio Emanuele: il centro della movida notturna barese

Non potevamo non pensare anche ad una meta per gli amanti della movida notturna. Stiamo parlando di Corso Vittorio Emanuele, l’arteria principale della città che divide Bari Vecchia dal borgo moderno di Murattiano. Questa via è il cuore della vita notturna barese e ogni sera locali, pub e ristoranti della zona si animano di gente in cerca di un posto dove bere in buona compagnia e divertirsi con dell’ottima musica.

Passeggiate sul lungomare di Bari

Al contrario, se invece preferite trascorrere in tranquillità le vostre serate estive, dovete assolutamente recarvi sul lungomare di Bari. Qui, lontani dal chiasso del centro, potrete scegliere tra la zona di Nazario Sauro e il lungomare Araldo di Crollalanza per godervi delle romantiche passeggiate al chiaro di luna, dove l’unico brusio di sottofondo che sentirete saranno le onde del mare. Magari in compagnia di un buon gelato artigianale, giorno e notte potrete ammirare il spettacolare mare che bagna la Puglia, decidendo di percorrere il lungomare a piedi o in bici

Bari e dintorni: i trulli, il simbolo di Alberobello

Chi non avrà mai sentito parlare di Alberobello? E chi invece dei Trulli? Se decidete di trascorrere le vostre vacanze a Bari non potete non fare una tappa ad Alberobello, a “soli” 55 km dal capoluogo pugliese. La città che si colora di bianco e grigio grazie ai magnifici e inimitabili Trulli, ossia degli edifici presenti nella regione fin dalla preistoria, costruiti a secco in pietra calcarea e con il tetto a forma conica. In tutta la città di Alberobello potrete godervi la vista di queste meravigliosi edifici, adibiti sia a case ma trasformati talvolta anche in musei, negozi e ristoranti

I trulli di Alberobello, provincia di Bari.

Le Grotte di Castellana

Sempre a qualche km da Bari, è possibile visitare le meravigliose Grotte di Castellana. Muniti di un adeguato abbigliamento e al seguito di una guida esperta, potrete scendere ad una profondità di 70m per iniziare il vostro percorso tra le bellezze di queste cavità, in un sistema di sotterranei ben organizzato. Nel cammino incontrerete stalattiti, stalagmiti e numerosi preziosi cristalli sparsi per le pareti della grotta. Potrete scegliere tra due diversi itinerari, il più breve della durata di un’ora, l’altro invece di quasi 2 ore. Alla fine del percorso ammirerete la più bella di tutte le cavità: la Grotta Bianca. Il costo del ticket dipende dal percorso che volete fare: se completo di entrambi gli itinerari sono 18 euro, parziale invece scende a 15.

Le bontà culinarie: dalle orecchiette alle cime di rapa alla focaccia barese

C’è chi va a Bari per il mare, chi per la movida. Ma c’è anche chi, invece, ha atteso tutto questo tempo con un solo pensiero fisso: segnarsi immediatamente i piatti migliori della cucina barese. Allora non perdiamo altro tempo, perché oltre alle famose orecchiette alle cime di rapa, che non hanno poi bisogno di tante presentazioni, il capoluogo pugliese ci riserva molti altri deliziosi piatti. Le portate di terra sono numerose, da fave e cicorie alle tipiche brasciole accompagnate da loro saporito sughetto. Anche pasta, patate e cozze è un altro piatto must della tradizione, così come lo sono i polpi cotti nella loro acqua, che sprigionano tutto il loro profumo in un’esplosione di gusto. Mentre per gli amanti dei lievitati, potrete assaporare il calzone alle cipolle e la singolare focaccia barese con pioggia di freschi pomodorini, olive nere e origano.

Potrebbe interessarti