Gossip

Lorella Cuccarini e i 30 anni di matrimonio con Silvio Testi: quel film che li ha fatti innamorare

Lorella Cuccarini ha da poco festeggiato 30 anni di matrimonio con il marito Silvio Testi, il 4 agosto scorso. Innamoratissimi come il primo giorno, sono sempre stati uniti da un legame forte e intenso, rafforzato dall'arrivo dei loro 4 figli
Primo piano Lorella Cuccarini

Come la carriera anche l’amore continua ad andare a gonfie vele per Lorella Cuccarini. L’ultimo grandioso traguardo nella vita amorosa dalla showgirl sono i 30 anni di matrimonio con il marito Silvio Capitta, in arte Silvio Testi. Innamorati e felici, uniti e affiatati come il primo giorno la coppia sa bene quali sono gli ingredienti giusti per un matrimonio che, tra gli alti e i bassi, non si lascia piegare dalle intemperie degli anni. Così la conduttrice ripercorre i ricordi legati all’unione con il marito Silvio Testi.

Lorella Cuccarini e Silvio Testi festeggiano 30 anni di matrimonio: i teneri scatti sui social

La showgirl Lorella Cuccarini e il marito Silvio Testi uniti da un legame indissolubile.

È questo il sunto dei teneri scatti pubblicati dalla ballerina nel giorno del loro 30esimo anniversario di matrimonio, festeggiato lo scorso 4 agosto. Il fuoco nella coppia non si spegne mai ed è il segreto di un legame che li tiene uniti da quel lontano 1991. Da quel giorno hanno incominciato a costruire una nuova storia con la loro famiglia, composta da 4 figli: la più grande, Sara nata il giorno del loro anniversario del 1994, Giovanni, classe 1996 e infine due gemelli, Chiara e Giorgio, che oggi hanno 21 anni.

Lorella Cuccarini festeggia 30 anni di matrimonio con il marito Silvio Testi. Fonte: Instagram

Lorella Cuccarini e Silvio Testi, come si sono innamorati

La loro storia d’amore nasce negli anni ’80 dietro le quinte di Fantastico, quando l’esordiente ballerina Lorella Cuccarini conosce il produttore musicale Silvio Testi. All’inizio però, entrambi erano già impegnati con i rispettivi partner di allora e quindi tra i due si strinse solo un bel rapporto di stima e rispetto reciproco.

Sono questi i primi ricordi raccontati dalla showgirl al settimanale Oggi, in un’intervista in cui ripercorre le tappe del suo matrimonio con il marito Silvio Capitta: “Ci siamo innamorati molto dopo, eravamo entrambi impegnati. E così ci siamo conosciuti amando prima di tutto la nostra passione nel lavoro. Poi non abbiamo più lavorato insieme, ma quando Baudo si è preso un anno sabbatico e in Mediaset mi ritrovai senza squadra, richiamai Silvio per fare con me Odiens. Tra un Capodanno e un’estate, io mi sono lasciata col mio compagno, lui ha chiuso la sua relazione, e semplicemente è capitato ci guardassimo come per la prima volta“, confida la showgirl.

Poi continua, raccontando come una sera al cinema stravolse la sua vita per sempre: “Galeotto fu un film. Uscivamo con amici, a cena, al cinema. Una sera lui propose ‘Sogni’ di Akira Kurosawa e accettai solo io. E così… Di lì a poco mi chiese di sposarlo e non ebbi dubbi: sapevo che era lui. Le nozze dopo sei mesi, senza aver convissuto: non c’era bisogno di prove, eravamo sicuri” Conclude determinata la conduttrice.

Gli ingredienti segreti per un’amore vivo come il primo giorno: “Abbiamo lavorato tanto sul nostro rapporto”

Quali sono quindi gli ingredienti segreti per delle nozze felici come il primo giorno?

Nessuna stregoneria o magia, perché anche l’amore dopo il matrimonio può naufragare e perdere la rotta iniziale. Come in ogni cosa, in tutte le relazioni amorose non possono mancare i problemi, le incomprensioni e le difficoltà. La cosa importante è non mollare mai la presa, ma continuare a lottare nonostante gli alti e bassi del periodo. Questi sono, per Lorella Cuccarini, gli unici ingredienti che davvero fanno funzionare l’amore in una coppia: ”Noi ci abbiamo lavorato tanto, sul nostro rapporto e continuiamo a farlo […] Aggiustare ciascuno le proprie abitudini sue quelle dell’altro, rispettarsi – confida tra le pagine di Oggi – […] i momenti difficili della vita, quando perdi una persona cara o la salute non va.

Lì devi ammortizzare i colpi, essere bravi. Noi lo siamo”.

Potrebbe interessarti