TV e Spettacolo

Selvaggia Lucarelli, il racconto choc della vacanza a Noto: “Il viaggio che ricorderò con più dispiacere”

Selvaggia Lucarelli denuncia senza filtri quanto vissuto nel corso della sua vacanza a Noto in compagnia del fidanzato e del cagnolino. Lasciati senza elettricità né acqua nella villa affittata e sconvolti di fronte all'impossibilità di effettuare la raccolta differenziata. Il sindaco della città ha risposto alla giornalista.
selvaggia-lucarelli-fidanzato

Come molti italiani, anche Selvaggia Lucarelli si sta godendo l’estate. A giudicare dai racconti della giornalista e influencer però, più che un’occasione di relax, le sue vacanze si sono trasformate in una vera disavventura. Giunta Noto con il fidanzato e il cane, la Lucarelli si sarebbe trovata di fronte a uno scenario di dregado e di totale assenza di risorse elettriche e idriche. Sconvolta per quanto vissuto, ha voluto condividere la sua esperienza su Instagram. Per lei è quindi iniziato un lungo botta e risposta con le istituzioni locali.

Selvaggia Lucarelli a Noto, il racconto della sfortunata vacanza

Per le vacanze estive 2021, Selvaggia Lucarelli ha scelto anche Noto, in provincia di Siracusa fra le tappe del suo tour in famiglia.

Lei, il fidanzato Lorenzo Biagiarelli (chef al fianco di Antonella Clerici in È sempre mezzogiorno) e il loro cagnolino sono in vacanza in questa zona da qualche giorno, ma a quanto pare la loro esperienza si è rivelata ben al di sotto delle aspettative. “Lo dico con profonda mestizia ma questo a Noto è il viaggio che ricorderò con più dispiacere nella vita.

Ho apprezzate la sfolgorante bellezza di tanti luoghi, ma non posso fare finta che non esista il resto. Sono completamente abbandonata al locatore del posto che ho affittato a prezzi esorbitanti, in una situazione folle ha scritto la giornalista su Instagram.

Nello specifico, la Lucarelli ha lamentato problemi con l’energia elettrica, che andrebbe in tilt verso sera lasciandoli senza aria condizionata e acqua. Inoltre, ha parlato anche del mancato ritiro della spazzatura, che avrebbe visto accumularsi giorno dopo giorno per le strade. “Non c’è un generatore, neppure una lucina di emergenza in giardino.

Buio pesto, zero acqua, caldo atomicoha scritto Selvaggia, accusando poi il proprietario della casa in cui alloggia e l’agenzia di non averla aiutata. Non hanno fatto niente, neppure mettere una luce a batteria sulla porta– ha spiegato- oltre a invitarmi a pagare e andarmene di 13 agosto ma non so dove visto che non c’è un buco da nessuna parte“.

Una situazione davvero surreale quella che la giornalista e influencer starebbe vivendo da giorni. Fra mancanza di elettricità, disservizi degli enti incaricati al ritiro della spazzatura e assenza di comprensione, lei e i suoi compagni di disavventura avrebbero addirittura scelto di rifugiarsi in macchina pur di scampare a tutto ciò.

“Io devo stare in macchina a ricaricare un cellulare con il cane distrutto, è veramente vergognoso ha concluso lapidaria.

Il sindaco di Noto risponde a Selvaggia Lucarelli

Ieri mattina, il sindaco di Noto Corrado Bonfanti ha deciso di rispondere pubblicamente alle accuse diffuse da Selvaggia Lucarelli sul suo profilo Instagram. Il politico ha iniziato dicendosi felice di averla avuta fra i partecipanti dell’evento “Giacinto Festival” della città, così come della sua scelta di restarvi per trascorrere le sue vacanze.

Bonfanti ha ricordato che la villa scelta per la permanenza appartiene a un privato e ha poi ammesso che l’utilizzo dell’elettricità è un servizio essenziale, che non può non essere garantito. Dopo essersi detto dispiaciuto per quanto a lei accaduto però, il sindaco ha espresso la sua opinione alla giornalista.

Il sindaco di Noto difende la sua comunità dalle accuse di Selvaggia Lucarelli

“Gentile signora, così come il suo disagio merita comprensione e rispetto, allo stesso modo la nostra città e il nostro territorio, luoghi unici e ricchi di storia, meritano, anzi esigono, altrettanto rispettoha spiegato Bonfanti.

“Le scrivo anche a nome di centinaia di imprenditori e commercianti seri, onesti, ospitali, premurosi e accoglienti, persone che hanno investito risorse della loro famiglia o che si sono indebitate credendo e scommettendo nelle potenzialità di questi luoghi straordinari” ha continuato. “Le scrivo a nome di una comunità che si ritiene, proprio come lei cara signora Lucarelli, offesa e tradita. Una disavventura può mai arrivare a mortificare una comunità che l’ha accolta a braccia aperte?” ha domandato il politico.

Grazie per essere stata a Noto signora Lucarelli, le assicuro che ne siamo stati onorati” ha poi concluso Bonfanti. “Da comunità matura, abbiamo compreso che questa denuncia, da lei più volte sottolineata nei social, deve essere letta come accorata raccomandazione ad alzare il livello di attenzione perché in futuro fatti del genere non debbano più accadere” ha infine aggiunto.

Selvaggia Lucarelli replica al sindaco di Noto

Sempre più sul piede di guerra, Selvaggia Lucarelli ha risposto a sua volta alle obiezioni del sindaco, spiegando di ritenere che i problemi da lei lamentati non riguardino soltanto la villa affittata. La giornalista ha spiegato che per via del particolare sistema di raccolta dell’immondizia nel paese, lei non ha potuto gettare via i suoi rifiuti correttamente. “Il proprietario, che lei cita come una eccezione naïf che non rappresenta il territorio, è un politico, ex consigliere, candidato sindaco di un comune limitrofo. Lei lo conosce. Dunque non solo rappresenta il territorio, ma rappresenta anche la politica” ha commentato lapidaria. “Non voglio contribuire a questo scempio. E ho chiesto silenziosamente, in privato, di aiutarmi a volere bene a Noto e alla Sicilia. Per tutta risposta, ho ricevuto silenzio dall’agenzia, dal proprietario di casa e dal comune” ha ricordato.

La giornalista ha poi fatto riferimento alle segnalazioni di molti siciliani giunte sul suo profilo Instagram e riportare con garanzia di anonimato fra le storie. “Crede che gli americani, gli italiani, i francesi vadano via parlando solo di chiese, barocco, mare e cannoli? Certo che non ci sfugge la bellezza ma proprio perché non ci sfugge, non possiamo non piangere per il modo in cui viene trattata ha sentenziato.

Selvaggia Lucareli se ne va da Noto: l’amaro annuncio

In conclusione, la Lucarelli ha dichiarato che la sua denuncia ha come obiettivo la sensibilizzazione dell’opinione pubblica e l’intervento risolutivo delle istituzioni. A suo dire invece, il sindaco non avrebbe fatto nulla in seguito alla sua segnalazione, limitandosi a tentare di risolvere il problema con un invito a pranzo nel migliore ristorante della zona. “Invito di cui la ringrazio, ma che ho rifiutato cordialmente proprio per sentirmi libera di raccontare la verità- ha concluso– nel frattempo, sono ancora qui a chiedermi quale paesaggio meraviglioso deturperanno i miei rifiuti“.

Poche ore fa, Selvaggia Lucarelli ha annunciato con un post contenente alcune immagini della città, in cui i sacchi dell’immondizia sono ben evidenti. Prima di riportare nuovamente quanto vissuto in questi giorni, la giornalista ha annunciato a chi la segue su Instagram la decisione sulla sua vacanza. Domai andrò via da Noto con qualche giorno di anticipo dalla tabella di marcia” ha annunciato. “Dovrei dire che sono delusa da quello che ho visto, ma la verità è che sono delusa da quello che ho capito” ha ribadito.

Potrebbe interessarti