Cronaca Nera

Padre e figlia morti in un incidente in moto: a ritrovarli è stata la madre seguendo il segnale GPS

Sandro Prada, 51 anni, e la figlia Elisa di 13 sono morti dopo un drammatico incidente in modo in provincia di Trento. Non sentendoli la tempo, è stata la madre a trovarli con un'applicazione GPS
padre e figlia morti incidente in moto trento

Tragedia in Trentino Alto Adige, dove un padre ed una figlia sono morti a seguito di un grave incidente stradale. A rendere la vicenda ancor più drammatica, il fatto che siano stati ritrovati dalla madre grazie ad un applicazione che le ha consentito di rintracciare il cellulare della figlia. I due, però, erano già morti dopo essere finiti fuori strada in moto.

Trento, morto un padre di 51 anni con la figlia di 13: incidente in moto

Tutto è accaduto nella giornata di ieri nei pressi di Nogarè di Pergini Valsugana.

Sandro Prada, di 51 anni, e la figlia Elisa di 13 sono usciti con la nuova moto comprata da poco, una Motron Motard X 125 secondo quanto riportano le fonti locali. Per motivi ancora da chiarire – le ipotesi sono l’alta velocità o un malore del padre – il mezzo è uscito di strada. Dai primi rilievi, sembra che ad un tornante la moto di Sandro Prada sia andata dritta, invadendo l’altra corsia per poi precipitare nel bosco sottostante, uscendo di strada in un punto senza guardrail.

Nessuno avrebbe assistito all’incidente e i soccorsi sono arrivati solo in un secondo momento.

Viene riportato che una guardia forestale avrebbe notato dei fari tra la vegetazione e dato l’allarme attorno alle 20. Quando sono arrivati i soccorritori, pare che sul luogo fosse già arrivata la madre e la sorella della 13enne Elisa.

13enne morta a Trento con il padre: a trovarli è stata la madre

L’aspetto che rende ancor più tragica la vicenda è infatti cosa è successo tra il momento della scomparsa e l’arrivo dei soccorsi. Patrizia, moglie di Sandro Prada e madre della 13enne Elisa, allarmata dal fatto che non aveva da qualche ora notizia del marito e nessuno dei due rispondeva al telefono, ha deciso di uscire a cercarli.

Per farlo, ha attivato sul proprio telefono un’applicazione che le ha consentito di seguire il segnale GPS del cellulare della figlia Elisa. È così che lei e l’altra figlia della coppia sarebbero arrivati a Nogarè, a pochi chilometri dalla comunità di Casalino, una piccola frazione di Pergine Valsugana.

Il segnale l’ha condotta nei pressi del luogo dell’incidente, lungo la provinciale 83 e in prossimità di quella curva a gomito alla quale padre e figlia avrebbero tirato dritto. Le autorità, viene riportato, hanno sequestrato la moto per verificare eventuali malfunzionamenti che possano aver causato la tragedia: non sarebbero stati trovati segni di frenata né segni di collisione con altri veicoli.

Potrebbe interessarti