Economia

Bonus rottamazione tv, da oggi parte l’incentivo senza Isee: quanto vale e come fare per richiederlo

Al via da lunedì 23 agosto il bonus rottamazione tv per dispositivi non compatibili con la rivoluzione digitale. Ecco i requisiti e le modalità per richiederlo
bonus rottamazione tv 2021, i requisiti

Al via da lunedì 23 agosto il cosiddetto bonus rottamazione tv, il nuovo contributo statale per sostituire il proprio televisore con un modello compatibile con la rivoluzione della televisione digitale. Quali sono i requisiti richiesti per ottenerlo e quanto vale lo sconto applicabile.

Bonus rottamazione tv: i requisiti per richiederlo

Per ottenere il nuovo bonus tv e sostituire così un vecchio televisore, è necessario rispettare alcuni requisiti stabiliti tramite decreto dal Ministero dello Sviluppo economico:

  • Avere la cittadinanza italiana;
  • Rottamare un vecchio televisore acquistato prima del 22 dicembre 2018, che non sia quindi più idoneo ai nuovi standard tecnologici di trasmissione televisiva;
  • Avere pagato regolarmente il canone RAI.

Non è dunque necessario presentare il proprio Isee per usufruirne. Il Mise avrebbe già stanziato 250.000.000€ per questo bonus, ma ulteriori risorse sarebbero pronte per essere aggiunte a tale cifra.

Bonus rottamazione tv: dove spenderlo

Dove si può spendere il bonus tv? Anche i rivenditori devono rispettare alcune caratteristiche stabilite dal Mise, e in particolare:

  • Devono possedere Partita IVA italiana, che si tratti di negozi fisici oppure online;
  • Devono essere registrati sull’apposita piattaforma resa disponibile dall’Agenzia delle Entrate, in modo da essere autorizzati ad applicare il bonus al momento dell’acquisto.

Sarà quindi possibile effettuare online il proprio acquisto, a patto però che il rivenditore sia italiano e autorizzato dall’Agenzia delle Entrate. Lo sconto applicato verrà poi recuperato dal venditore sotto forma di credito d’imposta.

Bonus rottamazione tv, quanto vale e come fare per richiederlo

Il bonus, applicabile al momento dell’acquisto, è pari al 20% del prezzo del nuovo televisore, ma può valere fino a un massimo di 100€.

Per ottenerlo bisogna seguire questa procedura:

  • Scaricare dall’apposita piattaforma il modulo di autodichiarazione, che serve per attestare il riciclo e la titolarità dell’abbonamento Rai, certificando la non conformità del proprio televisore al nuovo digitale terrestre di seconda generazione DVB-T2;
  • Presentare l’autodichiarazione presso il rivenditore scelto oppure presso un’isola ecologica autorizzata, portando con sé l’apparecchio da rottamare.

Il bonus rottamazione tv è cumulabile con il bonus decoder e si potrà richiedere fino alla fine del 2022 o fino all’esaurimento dei fondi stanziati.

Potrebbe interessarti