Pensioni

Pensioni, riaperte le adesioni al Fondo Credito Inps: quali sono le novità e i dettagli per accedere ai servizi

Riaprono le adesioni al Fondo Credito Inps: ecco tutto quello che c'è da sapere e i dettagli per presentare la propria domanda
fondo credito inps riapertura iscrizioni

Novità in ambito pensioni: dal 20 agosto 2021 riaprono le adesioni al Fondo Credito Inps. La riapertura è stata stabilita con la pubblicazione del Decreto 110/2021 e presenta alcune novità: ecco di cosa si tratta e quali sono i dettagli per presentare domanda.

Fondo Credito Inps: che cos’è e chi può aderire

“Il Fondo – si legge sul sito Inps – ha lo scopo di intervenire nei confronti dei lavoratori nell’ambito di situazioni di crisi, processi di ristrutturazione, riorganizzazione aziendale, riduzione o trasformazione di attività o di lavoro, al fine di favorire il mutamento e il rinnovo delle professionalità e realizzare politiche attive di sostegno al reddito e all’occupazione”.

L’iscrizione al Fondo Credito è obbligatoria per alcune categorie di lavoratori pubblici, mentre è facoltativa per altre categorie di dipendenti e pensionati. Dal 20 agosto, dunque, potranno aderire coloro che non risultano iscritti al Fondo Credito e, in particolare:

  • dipendenti di enti e amministrazioni pubbliche che non siano iscritti alle casse pensionistiche o ai fondi  (ex ENPAS o ex INADEL) per i trattamenti di fine servizio della Gestione speciale di previdenza dei dipendenti dell’amministrazione pubblica;
  • pensionati di enti e amministrazioni pubbliche che non fruiscano di trattamenti pensionistici a carico della Gestione speciale di previdenza dei dipendenti dell’amministrazione pubblica;
  • pensionati, già dipendenti pubblici, che fruiscano di trattamento pensionistico a carico della Gestione speciale di previdenza dei dipendenti dell’amministrazione pubblica, quali CTPS, CPDEL, CPI, CPUG, CPS. Sono inclusi anche i pensionati che, a seguito della privatizzazione dell’ente datoriale, abbiano mantenuto l’iscrizione a una delle suddette casse pensionistiche.

Il termine ultimo per presentare la propria iscrizione è il 20 febbraio 2021.

Fondo Credito Inps: come presentare domanda

Le domande dovranno essere presentate esclusivamente in via telematica. In particolare, sarà necessario essere in possesso di una delle seguenti credenziali:

  • Sistema Pubblico di Identità Digitale SPID, almeno di livello 2;
  • Carta di Identità Elettronica CIE;
  • Carta Nazionale dei Servizi;
  • Pin dispositivo.

Con queste credenziali, il richiedente può accedere al portale Inps e compilare la domanda seguendo il percorso: Prestazioni e servizi → Servizi → Adesione alla gestione delle prestazioni creditizie e sociali.

In alternativa, è possibile aderire anche tramite patronato oppure contattando il servizio contact center al numero verde 803.164 (per telefoni fissi) o al numero 06164164 (per telefoni cellulari con tariffazione a carico dell’utente). L’adesione al Fondo Credito Inps è irrevocabile.

Fondo Credito Inps: come funziona

Il Fondo Credito mette a disposizione degli iscritti diversi servizi, tra i quali:

  • finanziamento di programmi formativi di riconversione e/o riqualificazione professionale;
  • sostegno a formazione e istruzione dalla scuola primaria ai master universitari;
  • trattamenti di sostegno al reddito dei lavoratori interessati da riduzione dell’orario di lavoro o da sospensione temporanea dell’attività lavorativa (assegni ordinari);
  • mutui e prestiti a tassi agevolati;
  • prevenzione e salute;
  • prestazioni per anziani e persone non autosufficienti;
  • politiche in favore dell’occupazione;
  • assegno emergenziale a favore dei lavoratori licenziati non aventi i requisiti per l’accesso alle prestazioni straordinarie;
  • integrativo rispetto all’indennità di disoccupazione;
  • ospitalità residenziale;
  • soggiorni studio e soggiorni benessere estivi.

Il Fondo Credito Inps opera tramite trattenuta sul trattamento economico percepito. In particolare, le percentuali sono pari allo 0,35% dello stipendio per il lavoratore in servizio a tempo indeterminato e allo 0,15% per il pensionato. Tuttavia, se la pensione è pari o inferiore a 600€ lordi, non viene applicata nessuna trattenuta.

Potrebbe interessarti