Cronaca Italia

Gianluigi Donnarumma, grave lutto per il portiere della Nazionale: “Ti renderó orgoglioso, lo prometto”

Gianluigi Donnarumma e il fratello Antonio hanno condiviso un pensiero per la morte dello zio Ferdinando, scomparso a 65 anni dopo un malore sul lavoro
lutto per gianluigi donnarumma

Il portiere del Paris Saint Germain e della Nazionale Italiana Gianluigi Donnarumma è in lutto. Nelle scorse ore si è spento lo zio, Ferdinando Gargiulo, con il quale pare che il calciatore avesse un legame molto forte. Lo dimostra il post che ha pubblicato lo stesso Donnarumma per salutare il parente e lo stesso ha fatto il fratello Antonio, anche lui portiere.

Lutto per Gigio Donnarumma: morto lo zio Ferdinando

La notizia l’ha data lo stesso portiere Gigio Donnarumma, ex ultimo difensore del Milan e da quest’estate passato alla squadra francese del PSG.

Con un post ed una foto sul proprio profilo Instagram, ha salutato Ferdinando Gargiulo, che secondo quanto riportano le fonti è morto a 65 anni a causa di un infarto che lo ha colpito mentre si trovava sul posto di lavoro. Lo “zio Ferdi” era vigile urbano nel comune di Santa Maria la Carità: inutile il ricovero presso l’ospedale di Castellammare di Stabia, a complicare la situazione altri problemi medici ed è per questo che i familiari avrebbero intenzione di sporgere denuncia ai Carabinieri, per verificare che non ci siano state negligenze mediche.

Il nipote Gianluigi, per tutti Gigio, ha voluto salutare lo zio scomparso. Su Instagram ha condiviso una foto assieme a Ferdinando Gargiulo e al fratello Antonio, anche lui portiere attualmente in forza al Padova. “‘Giggì semb numero 1‘ – ha scritto – Sempre con me zio Ferdi ti renderò orgoglioso lo prometto“.

Morto lo zio di Gigio Donnarumma: il saluto del fratello Antonio

I rapporti tra il celebre portiere Donnarumma, campione d’Europa con l’Italia in quest’estate magica, e lo zio Ferdinando erano noti ai tifosi. Nel 2018 il calciatore aveva scherzosamente detto “Zio scusami, la volevo togliere quella mano…ma non ci sono riuscito” riferendosi ad una parata fatta durante la partita contro il Napoli, squadra tifata proprio dallo zio.

Donnarumma fu criticato dai tifosi milanisti per quella frase, ma si difese sostenendo appunto che si trattasse di un semplice “sfottò in famiglia con mio zio, con cui scherzo sempre prima e dopo le partite“.

Un legame simile a quello che legava lo zio Ferdinando al fratello di Gigio, Antonio. Sul suo profilo Instagram, ha pubblicato un’altra foto assieme a lui e scritto: “Mi hai chiamato giorni fa piangendo di felicità per la mia nuova avventura..

Ora all’improvviso ci hai lasciato e non riesco nemmeno ad immaginare la nostra famiglia senza te. Ti porterò per sempre nel mio cuore zio Ferdy.. Resterai sempre il numero 1.

Potrebbe interessarti