Economia

Condoni fiscali e ripartenza del fisco: tutte le novità in arrivo a settembre. Tornano anche i pignoramenti

Ultimi giorni prima della ripartenza del fisco: tra le novità principali ci sono i condoni fiscali e la ripresa dei pignoramenti. Ecco chi riguarderanno
condono fiscale ripresa pignoramenti

Sta per giungere al termine lo stop del fisco stabilito in conseguenza dell’emergenza Covid. La ripartenza sarà graduale e distribuita sugli ultimi mesi del 2021. Si prevede lo sblocco di almeno 20.000.000 cartelle esattoriali, secondo l’Agenzia delle Entrate. Ecco cosa succederà a partire dal 1° settembre.

Condoni fiscali: chi riguarderanno

La novità principale del fisco, che vedrà il via dal 1° settembre, riguarderà vecchi bolli auto o tasse che non sono stati pagati e sono dunque diventati oggetto di riscossione coatta, anche con processo di recupero tramite pignoramento.

Alcuni di questi infatti saranno cancellati.

La cancellazione di alcune cartelle esattoriali è stata prevista dal Decreto Sostegni e ora il Ministero dell’Economia e delle Finanze ne ha stabilito modalità e tempi di stralcio. Il condono fiscale riguarda solo le cartelle, relative al periodo 2000/2010, iscritte a ruolo entro il 23 marzo 2021. Queste cartelle devono essere oggetto di rateizzazione o saldo e stralcio precedente e, in particolare, devono presentare una cifra residua da saldare inferiore ai 5.000€.

Ci sono anche dei limiti reddituali precisi da rispettare per lo stralcio delle cartelle esattoriali. Il titolare del debito deve infatti avere un reddito annuale inferiore a 30.000€ per le persone fisiche riferito all’anno 2019.

Condoni fiscali, come avverranno e cosa bisogna fare

Gli stralci delle cartelle avverranno in maniera automatica. L’Agenzia delle Entrate ha infatti stabilito l’elenco dei beneficiari in base alle dichiarazioni dei redditi e alle certificazioni uniche trasmesse nel corso del 2020. Entro il 30 settembre è previsto il termine della fase di verifica dei requisiti e, per quella data, dovrebbe essere definito l’elenco dei contribuenti, con debiti fino a 5.000€, che hanno diritto allo stralcio.

Lo stralcio dovrebbe avvenire entro il 31 ottobre e si potrà verificarne lo stato a partire dal 1° dicembre sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Fisco, ripartono i pignoramenti e i fermi amministrativi

Dal 1° settembre ripartiranno con gradualità anche ipoteche, fermi amministrativi e pignoramenti, compresi quelli di stipendi e pensioni. Riprenderanno anche le rate sospese di pagamenti dilazionati, le quali dovranno essere nuovamente liquidate, così come le verifiche delle pubbliche amministrazioni per pagamenti oltre 5.000€.

Potrebbe interessarti