TV e Spettacolo

Artista vende la sua verginità per un milione di euro: “La mia prima volta deve essere non convenzionale”

Un artista torinese, Colline di tristezza, ha deciso di mettere in vendita la sua verginità a 1 milione di euro. Sceglierà due offerenti donne, che rispettino specifiche caratteristiche
Artista torino vende verginità

Mette in vendita la sua verginità a due donne per un milione di euro. Questa è l’ultima trovata dell’artista Colline di tristezza. Il torinese, che negli anni non ha mai voluto rendere nota la sua identità ha sorpreso i fan con l’idea per la sua prossima performance. Una delle clausole fondamentali per l’accordo con gli offerenti è la garanzia di rispetto del totale anonimato.

Artista mette in vendita la sua verginità per un milione di euro: l’idea di un torinese

Arriva da Torino l’ultima grande novità in campo artistico/performativo.

L’idea arriva dal “non-cantante”, così viene definito sul web, Colline di tristezza, che ha deciso di vendere la sua verginità per un milione di euro a due “donne di bell’aspetto”. A diffondere la notizia è Quotidiano Piemontese, che riporta che l’artista ha dichiarato di voler valutare i profili candidati, riservando la sua preferenza alle offerenti dall’aspetto “tipicamente scandinavo o russo, con un’altezza pari o superiore a 180cm oppure somiglianti alla modella americana Megan Fox”.

L’artista avrebbe elaborato la sua insolita proposta per “guadagnare soldi da qualcosa che si può monetizzare solo una volta e creare un’esperienza esclusiva e fuori dal comune”.

L’artista Colline di tristezza vende la sua verginità: la particolare richiesta

Colline di tristezza ha voluto motivare la particolare scelta di monetizzare la sua prime esperienza sessuale. “Le mie proposte e le mie modalità di comunicazione sono non convenzionali, anche la mia prima volta deve essere non convenzionale ha osservato. Come si intuisce dal nome d’arte, il performer non vuole rendere nota la sua identità e da anni si occupa della sua arte in maniera del tutto anonima.

L’artista ha infatti annunciato di voler accettare unicamente le offerte che gli consentiranno di operare in totale riservatezza. Come rivela torinooggi.it, il non-cantante chiederà la firma di un non-disclosure agreement (accordo di non divulgazione) e potrebbe inoltre ricorrere a misure di sicurezza particolarmente stringenti. Al momento non è chiaro quale intervento di sicurezza potrebbe richiedere, in quanto sarà discusso e valutato in un secondo momento. Resta certo tuttavia, che l’artista vuole salvaguardare la sua privacy.

In totale, Colline di tristezza ha avanzato una richiesta economica pari a 1 milione di euro.

La cifrà sarà ripartita fra le due donne scelte, alle quali toccherà sborsare 500 mila euro a testa.

Colline di tristezza, le insolite proposte dell’artista pronto a vendere la sua verginità

Se per alcuni il nome di Colline di tristezza risulta totalmente nuovo, sono già in molti a seguirlo e a conoscere il suo modo di approcciarsi all’arte. In passato ha per esempio proposto la “T-Soap”, maglietta con igienizzante incorportato e ha avanzato l’idea di istituire “rage room” (“stanze della rabbia” in cui sfogare l’ira distruggendo oggetti) e camere del pianto in ospedali, RSA e scuole.

Colline di tristezza ha dimostrato nel tempo di aver a cuore anche gli argomenti più delicati e discussi degli ultimi anni. Sue sono le iniziative contro il “Revenge porn” e a favore dell’istituzione di un “Ministero della Solitudine“.

Potrebbe interessarti